di Francesco Carlà

La transizione del Simulmondo

del 20/09/2021 di Francesco Carlà
Continuo con le newsletter simulmondo-graffiti che ho scovato nelle soffitte di Affari nostri. Questa che state (spero) per leggere risale a giugno 2001.

A quei tempi, dopo il crollo del Nasdaq e delle Mille bolle blu, ero rimasto tra i pochi a credere fermamente nelle possibilità del digitale etc etc.

Buona lettura.


Purtroppo non succede tutto in tempo reale.

Purtroppo o per fortuna, ancora non ho deciso. Magari potete aiutarmi voi a sciogliere il dubbio che mi attanaglia e mi toglie il sonno.

Beh piu' o meno.

Sto preparando la mia conferenza sull'e.Business (IDC eBusiness event, Hotel Marriott, Via Washington a Milano, dopodomani 14 giugno alle nove di mattina) e fisso alcuni punti di cui vorrei parlare.

Il tema e' questo: passato, presente e futuro dell'eBusiness.

Ed ecco tre domande 3:

1 Come si sono fatti gli affari nel Simulmondo?
2 Come si fanno oggi gli affari nel Simulmondo?
3 Come si faranno gli affari nel Simulmondo?

Partiamo da qui: il Simulmondo esiste.

Esiste per almeno 3 motivi:

1 C'e' Internet che e' un luogo tecnologico e interattivo;
2 C'e' una popolazione globale che ci vive dentro spesso;
3 Ci si fanno dentro, simulate, le cose che fa l'umanita'.

Simulate o re-inventate: vivere, amare, lavorare etc.

Internet e il Simulmondo, per semplificare, stanno cambiando rapidamente il modo di lavorare e fare affari. Come il vapore e l'energia hanno cambiato il mondo negli ultimi tre secoli.

L'energia, la fotografia, il cinema e la tv. E il computer.

Ma torniamo al tempo reale e alla transizione. L'America e' stata scoperta nel 1492. Alla fine del settecento aveva cominciato a fare vedere di cosa fosse capace. Ma solo dopo la seconda guerra mondiale il modo di lavorare americano si e' diffuso nel mondo.

E in mezzo ci sono stati molti passi falsi e transizioni.

Anche nel Simulmondo siamo nel bel mezzo di una transizione, nemmeno qui succede tutto in tempo reale e senza passi falsi. Le prossime tappe che contano sono la bandalarga e il wireless.

Ma quello che conta davvero e' la selezione naturale: vince chi gioca meglio, perde chi gioca peggio.

E lavora/gioca meglio chi ha la Net-titudine.

Esattamente come certi modi di usare il vapore, il petrolio, la fotografia, la tv e la radio non avevano senso. E certi altri si'.

Vince chi sceglie i modi giusti. E lo fa meglio.

PS.
La virtù numero 1 dell'Investitore (davvero) Intelligente è (rullo di tamburi) la SEMPLICITA'.

Non date retta (mai) a chi propone formule astruse e "investimenti" complicatissimi.

I veri soldi li ho sempre fatti (e li farò anche in futuro ne sono certo) con idee Semplici. Attenzione: Semplici non vuol dire Facili. E men che meno: Banali.

Semplici come il mio nuovo Podcast con Lodovico: "Investitori Intelligenti"


Un caro saluto a tutti,

Vs. Francesco Carlà
f.carla@finanzaworld.it


Ps.
Ci sono altre due rubriche di Francesco Carlà:

FC Consiglia:  francescocarla.it/fcconsiglia
(Ogni 7 giorni un consiglio sul denaro, un libro e un articolo da non perdere. Più una citazione divertente da un genio del passato.)

Investitori Intelligenti: il nuovo Podcast di FinanzaWorld
https://www.spreaker.com/show/investitori-intelligenti


Il 24 settembre partirà il nuovo Platinum. L'unico modo per avere un portafoglio completo (Azioni Usa, Italia, Europa, Etf, Obbligazioni e Liquidità) con i pesi percentuali precisi, secondo il Metodo e i Consigli di Francesco Carlà!
https://www.finanzaworld.it/content/subscribe/12493/fw-platinum

Scrivi subito a platinum@finanzaworld.it per avere tutte le informazioni su come aderire a condizioni speciali!




Segnala questo articolo ad un amico


Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria



Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: