Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti e sulla finanza che non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


SuperMaster Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



di Francesco CarlĂ 
Archivio Ultimo articolo Scopri la newsletter sulla finanza e sui mercati

I migliori libri per imparare ad Investire (Prima parte)

del 15/07/2019
di Francesco CarlĂ 
Mi sono accorto che una delle domande più frequenti a f.carla@finanzaworld.it in questi anni di FinanzaWorld è stata:

"Quali sono i migliori libri per Investire Intelligente?"

Vi dirò subito una cosa: non esiste un libro perfetto, nemmeno in questo campo.

Ma in tanti libri ci sono idee fondamentali, intuizioni che devono essere raccolte e messe assieme, pazientemente, per creare una solida cultura su come investire bene.

Bene, userò proprio questo criterio. Vi racconterò le idee decisive che ho trovato in ognuno dei miei libri preferiti e che, in un  modo o nell'altro, insegnano ad Investire Intelligente.

-The Intelligente Investor
Comincio subito con il padre di tutti i libri d'investimento: The Intelligent Investor di Ben Graham (prima edizione 1949), il maestro di Warren Buffett e di altri investitori attivi dopo la Seconda guerra mondiale.

Le idee chiave di questo libro sono tre: due giuste e una sbagliata.

Le due giuste sono rivoluzionarie e decisive:

Quelle giuste:
1 Pensate sempre ad un titolo considerando il business che rappresenta e mai pensando ai suoi movimenti sul Mercato (Mr. Market).
Mr. Market è solo il luogo tecnico dove i titoli vengono scambiati, non l'arbitro reale del valore di un business. Anzi: Mr. Market  è un pazzo bipolare un po' euforico e un po' depresso. Senza una ragione evidente;

2 "Price is what you pay, Value is what you get", il prezzo di un bene d'investimento è quello che paghi, il valore è quello che  ottieni.
Quindi saper valutare bene è la chiave dell'investimento intelligente. Quello che a Finanza World facciamo con il mio sistema di screening ed analisi unanimemente battezzato "Frullatore";

Quella sbagliata:
3 "Buy only with a margin of safety", investi solo comprando un titolo/business che abbia un prezzo scontato rispetto al valore del suo patrimonio.
Il risultato di questa indicazione è molto pericoloso: si finisce quasi sempre per investire in companies di secondo/terzo livello.

E' stato proprio Charlie Munger, il famoso socio di Buffett, uno di quelli che lo hanno capito piuttosto presto : "Buy a good company at a fair price", compra un buon business ad un prezzo corretto.

Questa è l'idea giusta.

Graham ha molti meriti nella storia dell'investimento. I suoi libri (un altro importante e' Security Analysis scritto con Dodd nel  1934) sono pieni di umorismo e intelligenza; si sente la sua preparazione completa, la sua curiosita' intellettuale.

E' stato il primo a capire che i migliori Investitori non sono matematici, ma filosofi veri, uomini con una cultura profonda,  appassionata e una curiosita' insaziabile per la vita e il mondo.

Learning machines, macchine (umane) per apprendere.

Talete lo aveva già dimostrato ai greci antichi con la famosa vicenda dei frantoi di Mileto.
http://it.wikipedia.org/wiki/Aneddoto_dei_frantoi_di_Talete


-Common stocks and uncommon profits
Non è un caso se proprio sulla terza idea, quella sbagliata, di Graham e di The Intelligent Investor, poggia l'idea giusta di un altro libro fondamentale per imparare ad investire bene.

"Common stocks and uncommon profits", pubblicato nel 1958 da Philip Fisher, ha un gran bel titolo: "Azioni ordinarie, profitti straordinari" potrei tradurlo, visto che non esiste, come per The Intelligent Investor e per la quasi totalità dei libri che contano per l'investimento intelligente, la versione italiana.

Conferma dello stato di arretratezza nostrano e stimolo a leggerli in lingua originale, quindi direttamente dal pensiero dell'autore.

A parte il titolo, le idee giuste che potete raccogliere da questo libro sono almeno tre:

1 Se i manager non sono onesti (e bravi) non investite;
2 Non diversificate poco, ma nemmeno troppo;
3 Non fissatevi sulle trimestrali e sul breve termine.

Ultima cosa: mai seguire la massa negli investimenti.

Fisher è vissuto quasi un secolo (1907-2004) e il suo libro è continuamente ristampato da più di 50 anni senza interruzione. Non ha l'umorismo di Graham, ma per certi versi contiene indicazioni pratiche forse ancora più utili.

Continuo la prossima settimana con la seconda parte.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carlà
f.carla@finanzaworld.it


Iniziate subito e senza impegno la vostra Maratona dell'Investimento.
Vi basta cliccare qui per cominciare a correre Gratis:

"In Borsa con Carla'"
"FC Small Caps"
"In Borsa In Italia"
"In Borsa In Europa"
"InvestitoreIntelligente ETF&Global"
"Obbligazioni Italia&Euro"




Segnala questo articolo ad un amico


Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria



Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: