Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti e sulla finanza che non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


SuperMaster Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



di FinanzaWorld staff
Archivio Ultimo articolo

Scopri il servizio per investire in azioni


Ascopiave, una buona medium cap nella distribuzione di gas

del 21/03/2018
di FinanzaWorld staff
Ascopiave è una delle più importanti società italiane nel settore della distribuzione e vendita del gas e dell'energia.

La società è partecipata da 91 comuni ed opera nel Nord Italia, con presenza in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia, in Lombardia e Piemonte, in Emilia Romagna e Liguria. Quindi, nell'area più ricca e dinamica d'Italia. Inoltre, con la partecipata Amgas Blu SRL è presente nella provincia di Foggia.

La società ha origine a metà degli anni '50, come consorzio fra i 34 Comuni della Marca Trevigiana facenti parte del Bacino Imbrifero Montano del Piave. A partire dagli anni '70, il consorzio inizia la metanizzazione dell'area.

Con la liberalizzazione del mercato dell'energia dei primi anni 2000, avviene la trasformazione in SPA e da quel momento Ascopiave inizia una serie di acquisizioni societarie che porterà l'azienda ad espandersi dall'area trevigiana a tutto il Veneto prima e poi al resto del Nord Italia.

Oggi il gruppo ha una rete di distribuzione del gas di oltre 10.000 km e serve 230 comuni che contano, in totale, circa 1,5 milioni di abitanti.

Oltre alla distribuzione del gas, l'attività aziendale comprende anche la vendita di gas e di energia elettrica.

Il gruppo ha un fatturato di quasi 533 milioni di euro e un utile netto di oltre 49 milioni.

Numeri sicuramente positivi, però in questi anni il fatturato del gruppo è sceso, dato che nel 2013 i ricavi erano quasi 668 milioni. La società ha comunque migliorato l'efficienza, con i profitti che sono passati dai 41 milioni del 2013 ai 49 milioni del 2017. Nel 2016, comunque, gli utili erano circa 56 milioni.

Dopo anni di discesa, nel 2017 è tornato a salire anche l'indebitamento, a causa della necessità di finanziare l'aumento del capitale investito totale.

Il titolo in Borsa ha remunerato piuttosto bene i propri azionisti.

Negli ultimi cinque anni il prezzo è più che raddoppiato, senza considerare che la società paga da sempre un ottimo dividendo. La cedola attuale è pari a 0,18 euro, circa il 5,40% del prezzo attuale.

Una società, insomma, che può essere piuttosto interessante per chi cerca una buona cedola periodica e un buon apprezzamento del capitale. Certo è un player che paragonato ai colossi italiani ed europei rimane un po' piccolo e in alcune fasi di mercato può essere un po' volatile. Ma sicuramente è una medium cap da tenere sotto controllo.


Iniziate subito e senza impegno la vostra Maratona dell'Investimento.

Vi basta cliccare qui per cominciare a correre Gratis e vedere tutti
i nostri titoli in pfolio che stanno facendo molto meglio degli Indici dal 2004. Potrete anche accedere all'intero archivio e al famoso Metodo di Francesco Carlà (che potrete tenere per voi in ogni caso):

"In Borsa con Carla'" (Wall Street)
"FC Small Caps" (Wall Street)
"In Borsa In Italia" (Azionario Italia)
"In Borsa In Europa" (Azionario Europa)
"InvestitoreIntelligente ETF&Global"
"Obbligazioni Italia&Euro"

I links relativi li trovi qui:

https://www.finanzaworld.it/statico/page/1/premium




Segnala questo articolo ad un amico


Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria



Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: