Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti e sulla finanza che non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


SuperMaster Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



di FinanzaWorld staff
Archivio Ultimo articolo

Scopri il servizio per investire in azioni


Mediaset, andrĂ  in porto la nascita del "campione europeo" del piccolo schermo?

del 20/11/2019
di FinanzaWorld staff
Mediaset è una delle società storica del nostro listino e, in generale, della nostra economia e del costume italiano.

La società facente capo alla famiglia Berlusconi trae le sue origini da Telemilano, fondata da Silvio Berlusconi alla fine degli anni '70, in pieno monopolio RAI.

Qualche anno dopo l'azienda assunse la denominazione di Canale 5 e tra l'82 e l'84 furono poi acquisite Italia 1 e Rete 4 dagli editori concorrenti Rusconi e Mondadori.

Le tre reti TV divennero parte di RTI - Reti Televisive Italiane, a cui poi si affiancarono Publitalia 80 (concessionaria pubblicità), Videotime (produzione televisiva) ed Elettronica Industriale (gestione reti di trasmissione). Dagli anni '90 queste società del gruppo Fininvest vennero raggruppate all'interno di Mediaset, che poi nel 1996 approdò in Borsa.

Nel corso degli anni Mediaset ha poi assunto il controllo di Telecinco, primaria rete TV spagnola, è entrata nel settore pay con Mediaset Premium, in quello delle televendite con la nascita di Media Shopping, nella produzione di fiction e programmi TV con gli acquisti rispettivamente di Taodue ed Endemol, oltre a diversi canali digitali.

Oggi il gruppo è una media company che al settore televiso e pubblicitario affianca l'attività cinematografica (Medusa), infrastrutturale (con una partecipazione importante in EI Towers, uno dei principali operatori nazionali nel settore delle infrastrutture delle reti di comunicazione elettronica), oltre ad una divisione spagnola Mediaset Espana, primario operatore iberico quotato alla Borsa di Madrid.

L'azienda si presenta quindi come un operatore media primario in Europa e leader in Italia. Con alcuni pro, ma anche diversi "contro".

Innanzitutto la società è un operatore concentrato prevalentemente nella TV generalista. Pur avendo un'assoluta leadership in questo settore, negli ultimi anni ha subito la feroce concorrenza delle varie piattaforme streaming (Netflix, Amazon Prime, ecc...) e delle pay-tv. Due comparti, peraltro, che sicuramente cresceranno molto in futuro.

Per contro, il tentativo di entrare in questi segmenti non sono stati particolarmente felici. La pay-tv Mediaset Premium ha "combattuto" per alcuni anni con Sky acquisendo anche i diritti per la Champions League e diversi film e serie TV, ma i ritorni economici non sono stati soddisfacenti. Anche la piattaforma Infinity subisce una concorrenza notevole da parte dei big internazionali del settore.

Questo è evidente anche dai risultati economici che sono ormai stazionari da anni e i risultati netti che più di una volta sono stati negativi. Fortunatamente questo 2019 sembra stia andando piuttosto bene, con un aumento del 20% circa dei ricavi, una crescita dell'EBITDA ed un miglioramento anche dell'EBIT e dell'utile netto se si escludono le componenti straordinarie dello scorso anno.

Mediaset paga, in particolare, il fatto di essere un operatore fortemente concentrato a livello geografico (Italia e secondariamente Spagna) e di business (TV generalista) in un mercato che sta andando verso una dimensione sovranazionale e con diverse piattaforme (TV generalista, pay-tv, streaming).

La strategia del gruppo cerca di fronteggiare queste problematiche.

Sul fronte italiano Mediaset sta diversificando e ha affiancato alla TV il business radiofonico. In proposito sono state fatte varie acquisizioni negli ultimi anni ed ora Mediaset controlla R101, Radio 105, Virgin Radio Italy, Radio Subasio e RMC. Radio storiche e molto importanti nel panorama italiano.

A livello internazionale, Mediaset sta promuovendo la nascita di un operatore pan-europeo che possa rivaleggiare con i grandi broadcaster internazionali su tutti i segmenti.

Su questo fronte, mentre si sta arrivando all'accordo con Vivendi la quale dovrebbe scendere nell'azionariato Mediaset, la prima idea è quella di fondere Mediaset Italia e Mediaset Spagna, quindi di integrare altri operatori europei. Proprio in questi giorni, infatti, Mediaset è salita fino al 15% della tedesca Prosieben, la maggiore emittente tedesca. Secondo alcuni si potrebbe arrivare ad una fusione, anche se dalla Germania rispondono che "il piano non sta in piedi".

C'è comunque da dire che gli azionisti di Prosieben (che è una public company) non vedono affatto male la creazione di questo "campione europeo", che sarebbe l'unico modo per competere con i colossi americani.

Per ora la Borsa non sembra particolarmente entusiasta di Mediaset, ma sicuramente la situazione è da tenere sotto controllo.

IMPORTANTE: se non l'avete già fatto, per Diversificare bene,
Risparmiare molto e Correre la Maratona Totale di Fw con FC,
vi consiglio di valutare i nostri PACCHETTI MARATONA.

I PACCHETTI MARATONA mettono insieme tutti i Premium
di cui avete bisogno (Normali o Super) e vi permettono
di sincronizzare gli Abbonamenti e Risparmiare denaro.

Un gran percentuale di voi è già passata ai PACCHETTI MARATONA.

Per avere tutte le info e l'OFFERTA RISERVATA SOLO
agli abbonati Premium di FinanzaWorld basta scrivere a:
premium@finanzaworld.it




Segnala questo articolo ad un amico


Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria



Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: