Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti e sulla finanza che non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


SuperMaster Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



di FinanzaWorld staff
Archivio Ultimo articolo

Scopri il servizio per investire in azioni


Tenaris, leadership di mercato ma anche molta ciclicità

del 25/07/2018
di FinanzaWorld staff
Tenaris rappresenta una delle maggiori società italiane.

Il gruppo è leader nella produzione di tubi in acciaio ed altre soluzioni destinate prevalentemente al settore Oil & Gas e, subordinatamente, ad altri settori quali automotive, industria e meccanica generale, generazione elettrica, ecc...

Il brand Tenaris è stato instrodotto nel 2002 ed è sostanzialmente una holding company che al suo interno racchiude tre storici operatori nel campo dei tubi in acciaio: Dalmine, Tamsa e Siderca. Tre gruppi in vario modo acquisiti all'interno della holding Tenaris.

Dalmine fu fondata nel lontano 1909 ed ha quindi oltre 100 anni di storia nel settore dei tubi in acciaio.

Tamsa e Siderca sono invece due operatori sudamericani: il primo messicano ed il secondo argentino.

L'elemento comune è che gli impianti di entrambe le società furono realizzati dall'italiana Technint, fondata da Agostino Rocca, il quale a metà anni '30 diventa direttore generale della Dalmine.

Ancora oggi, la famiglia Rocca è azionista di riferimento di Tenaris.

In seguito alla formazione di Tenaris, il gruppo ha continuato con i suoi piani di espansione con nuove acquisizioni, quali la rumena Silcotub, la colombiana TuboCaribe, la canadese Prudential e l'americana Maverick.

Oggi il gruppo della famiglia Rocca è presente con impianti e sedi commerciali praticamente in tutti i continenti ed è il primo fornitore mondiale di tubi e servizi vari per l'esplorazione e la produzione di gas e petrolio.

Il gruppo dal punto di vista finanziario è molto dipendente dall'andamento degli investimenti nel settore Oil&Gas.

Infatti, attualmente la società ha livelli di fatturato e anche di utili lontani dai suoi massimi storici di qualche anno fa.

Il 2017 si è chiuso con ricavi per circa 5,3 miliardi di dollari e un reddito netto di 544 milioni.

I primi tre mesi 2018 si sono aperti molto bene, con un deciso aumento dei ricavi e dei profitti.

Questo ha portato anche ad un deciso aumento delle quotazioni in Borsa, che sono passate dai minimi di 9,87 euro nel 2016 fino a quasi 16 euro attualmente. Comunque molto al di sotto dei circa 22 euro del 2008. Di fatto, negli ultimi 10 anni il titolo Tenaris ha creato ben poco valore per i suoi azionisti.

Complessivamente, abbiamo di fronte un titolo leader nel suo settore, ma con business molto ciclico e ancora lontano dagli anni migliori. Una società comunque da seguire e su cui poter investire quando riprenderanno gli investimenti nel settore Oil&Gas.


Iniziate subito e senza impegno la vostra Maratona dell'Investimento.

Vi basta cliccare qui per cominciare a correre Gratis e vedere tutti
i nostri titoli in pfolio che stanno facendo molto meglio degli Indici dal 2004. Potrete anche accedere all'intero archivio e al famoso Metodo di Francesco Carlà (che potrete tenere per voi in ogni caso):

"In Borsa con Carla'" (Wall Street)
"FC Small Caps" (Wall Street)
"In Borsa In Italia" (Azionario Italia)
"In Borsa In Europa" (Azionario Europa)
"InvestitoreIntelligente ETF&Global"
"Obbligazioni Italia&Euro"

I links relativi li trovi qui:

https://www.finanzaworld.it/statico/page/1/premium




Segnala questo articolo ad un amico


Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria



Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: