Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti e sulla finanza che non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


SuperMaster Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



di FinanzaWorld staff
Archivio Ultimo articolo

Scopri il servizio per investire in obbligazioni


Euro, dollaro e banche centrali

del 15/06/2018
di FinanzaWorld staff
Questa è stata la settimana delle banche centrali, con le riunioni di FED e BCE che hanno avuto un impatto piuttosto rilevante sul cambio euro/dollaro.

Ha iniziato la FED, che mercoledì ha aumentato i tassi di un quarto di punto. Ora il range è tra 1,75% e 2%.

Non solo, ma la maggioranza del board anticipa addirittura quattro rialzi nel 2018. Insomma, la FED sembra chiaramente orientata verso una stretta monetaria, che va di pari passo con la forza dell'economia USA, che attualmente è vicina alla piena occupazione.

Al contrario, la BCE è molto più cauta. Intanto il Quantitative Easing andrà ad esaurirsi. Tra ottobre e dicembre sarà limitato a 15 miliardi al mese e poi da gennaio 2019 sarà sospeso del tutto.

I tassi, però, resteranno bassi fino all'estate 2019. Questo perché l'economia europea è ancora lontana dalle performance americane. La disoccupazione resta ancora molto alta in diversi Paesi dell'area euro e l'inflazione è lontana dal 2% che è il target della BCE.

Da un punto di vista degli investitori, questo vuol dire che attualmente i titoli americani offrono un migliore rendimento rispetto a quelli europei. Lo spread tra titoli americani e tedeschi inizia ad essere interessante e i capitali si stanno muovendo verso gli USA.

Il risultato è stato che il dollaro si è apprezzato notevolmente sull'euro negli ultimi giorni. Il cambio è sceso addirittura sotto quota 1,16.

Questa differenza USA-Europa sarà sicuramente particolarmente importante nei prossimi mesi e sicuramente un aspetto da tenere attentamente sotto monitoraggio.


Iniziate subito e senza impegno la vostra Maratona dell'Investimento.

Vi basta cliccare qui per cominciare a correre Gratis e vedere tutti
i nostri titoli in pfolio che stanno facendo molto meglio degli Indici dal 2004. Potrete anche accedere all'intero archivio e al famoso Metodo di Francesco Carlà (che potrete tenere per voi in ogni caso):

"In Borsa con Carla'" (Wall Street)
"FC Small Caps" (Wall Street)
"In Borsa In Italia" (Azionario Italia)
"In Borsa In Europa" (Azionario Europa)
"InvestitoreIntelligente ETF&Global"
"Obbligazioni Italia&Euro"

I links relativi li trovi qui:

https://www.finanzaworld.it/statico/page/1/premium




Segnala questo articolo ad un amico


Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria



Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: