Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti e sulla finanza che non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


SuperMaster Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



di Francesco Carlà & Lodovico Carlà
Archivio Ultimo articolo

Scopri il Premium per investire in ETF


Il riepilogo di InvInt ETF & Global del 30 dicembre 2011

del 30/12/2011
di Francesco Carlà & Lodovico Carlà
Si chiude oggi il 2011. Un anno che sicuramente ci
ricorderemo molto bene, in particolare noi europei.

Un anno che ha avuto decisamente un protagonista
su tutti: la volatilita'.

Volatilita' iniziata gia' tra la fine dell'inverno
e l'inizio della primavera, quando la catastrofe
del terremoto in Giappone ebbe ovvie ripercussioni
sui mercati finanziari.

Volatilita' che poi si e' ripresentata, e in modo
molto piu' forte, a partire dalla fine dell'estate,
quando e' scoppiata definitivamente la crisi dell'area
euro.

Evento, quest'ultimo, con cui stiamo ancora facendo i
conti e che sicuramente ci porteremo dietro anche
nel 2012.

Nel mio commento strategico ripercorreremo meglio l'anno
che si sta chiudendo e vedremo anche come e' andato InvInt.

-Totale composto da gennaio 2005 ad oggi
InvInt: +30%, Ishares S&P500: +8% (22 a Zero per InvInt in 6 anni e 11 mesi)

Ma adesso e' il momento delle:

- Informazioni sui titoli del PortafoglioIntelligente
di FinanzaWorld Staff

Etfs Physical Pm Basket (PHPM.MI)
Codice ISIN: JE00B1VS3W29
Emittente: ETFS Metal Securities Limited
Commissioni Totali annue: media ponderata delle
commissioni delle Individual Securities di cui
e' composto il basket. Sono applicate proporzionalmente
al periodo di detenzione dell’ETC.
Link al sito di Borsa Italiana.

I Metal Securities sono stati concepiti per
consentire agli investitori di ottenere
un’esposizione ad un rendimento mediante, ad
esempio, investimenti in panieri di Metalli
Preziosi fisici (mediante Titoli su Panieri)
come l'ETFS Physical PM Basket Securities,
senza la necessita' di negoziare o custodire
Metalli Preziosi fisici.
Gli investitori possono acquistare e vendere
i loro Metal Securities mediante la negoziazione
dei titoli.
Il nostro Metal Security e' garantito da
Metallo Prezioso fisico depositato in un caveau.

La quantita' di materie prime rappresentata dal
ETFS Physical PM Basket e' pari a:

1/100 di un’oncia “troy” di platino
2/100 di un’oncia “troy” di palladio
12/10 di un’oncia “troy” di argento
4/100 di un’oncia “troy” fine di oro

---------------------------------

S&P EMERGING MARKETS INFRASTRUCTURE INDEX NTR (IEMI.MI)
Codice ISIN: IE00B2NPL135
Link al sito di Borsa Italiana.

L'indice S&P Emerging Market Infrastructure Index
consente un investimento liquido e negoziabile in
30 societa' di mercati emergenti a livello mondiale
rappresentative del mercato delle infrastrutture
quotate. Al fine di ottenere un'esposizione
diversificata al mercato delle infrastrutture quotate
di mercati emergenti, i tre gruppi distinti costituiti
dai servizi di pubblica utilita' (40%), trasporto (40%)
e energia (20%) hanno una ponderazione bilanciata
all'interno dell'indice.

---------------------------------

Db X-Trackers S&P/Asx 200 Etf (XAUS.MI)
Codice ISIN: LU0328474803
Link al sito di Borsa Italiana.

XAUS.MI e' un ETF armonizzato, gestito dalla
Societa' lussemburghese Db X-Trackers.
L'Indice S&P/Asx 200 Etf riflette il rendimento
delle 200 societa' australiane a maggiore
capitalizzazione corretta per il flottate
e maggiormente contrattate. E' promosso da
Standard&Poor's e gestito dallo S&P Australian Index
Committee del quale fanno parte cinque membri che
rappresentano sia l'Australian Stock Exchange (2 membri)
sia Standard & Poor's (3 membri).
L'Indice rappresenta approssimativamente il 78% della
capitalizzazione del mercato azionario australiano.


E ora di nuovo la parola al Prof. Carla' per il suo finale.


-Commento Strategico di Francesco Carla':

Un anno all'insegna della volatilita' il 2011.

Volatilita' che ci eravamo buttati alle spalle dal marzo
del 2009, quando a livello di mercati azionari e finanziari
si puo' dire che era stata parzialmente superata la crisi
subprime del 2008.

Da allora abbiamo avuto quasi due anni di relativa tranquillita',
con indici in forte salita e mercati obbligazionari stabili.

Unica parentesi un breve periodo di 'paura' nel 2010, quando e'
esplosa la crisi della Grecia. Un antipasto di quanto sarebbe
poi accaduto poco piu' di un anno dopo.

Per noi Fwuani un'occasione ulteriore per precisare ancora
meglio la nostra Strategia da Maratoneti Globali. Strategia in
cui gli ETF di InvInt hanno giocato un ruolo di copertura importante.

Quindi, il 2011 si e' aperto comunque bene, in modo tranquillo
e con mercati piuttosto tonici.

Almeno fino a che non c'e' stato il terremoto in Giappone e la
relativa catastrofe nucleare.

Un evento che ha messo in ginocchio una delle piu' grandi economie
del mondo e che quindi ha avuto degli effetti anche sugli altri
Paesi e sui mercati.

In pochi giorni, i principali indici hanno subito ribassi piuttosto pesanti.

Ma come spesso accade, eventi occasionali come guerre o catastrofi
naturali vengono assorbite molto in fretta. Da questo punto di
vista, i mercati sono molto cinici.

E anche questa volta non e' andata diversamente.

Dopo poche settimane, quasi tutti i mercati avevano recuperato
le perdite precedenti e i piu' forti andavano a fare nuovi massimi.

In questa fase, comunque, i traders o coloro che non avevano nervi
saldi ed una buona strategia hanno sofferto molto, perche' la volatilita'
e' stata assai forte.

Solo un antipasto rispetto a quanto accaduto da agosto in avanti.

Infatti, e' stato proprio in estate che si e' manifestata palesemente
la crisi dell'area euro e dei debiti sovrani. E' stato proprio da
quel momento che le misure piuttosto leggere fino ad allora messe in
piedi dall'Europa a favore di alcuni "PIIGS" si sono rivelate
insufficienti.

La Grecia e' arrivata ad agosto sostanzialmente in default, cioe'
incapace di andare avanti senza ulteriori aiuti.

Diversi problemi si sono presentati anche in Spagna, tanto che il
Primo Ministro Zapatero si e' dimesso in modo quasi spontaneo.

Infine, sono venuti a galla i problemi nel Paese piu' rischioso
di tutti, cioe' l'Italia.

Il Paese che per dimensione della sua economia e, soprattutto, del
suo debito, non e' sostanzialmente "aiutabile" da nessun altro.

Per certi versi, un "too big to fail", ma come giustamente hanno
fatto notare molti anche un "too big to save".

La crisi europea ha portato molta difficolta' sui mercati sia dei
bond, sia azionari. In particolare gli indici europei hanno
sofferto molto e questa volta sono stati coinvolti anche i mercati
dei Paesi considerati forti come ad esempio la Germania.

In tutto questo come si e' comportato InvInt?

Nel corso del 2011 il nostro portafoglio ha perso il 15%
sebbene negli ultimi sei mesi con Solo tre titoli in pfolio
per ragioni strategiche ben note ai Fwiani Maratoneti.

Quindi sostanzialmente ed opportunamente liquido.

Un risultato migliore di molti altri indici e mercati internazionali,
Italia in cima, ma peggiore del nostro avversario, l'indice S&P500
che ha avuto una buona annata per via del ruolo del dollaro
come valuta di copertura e della situazione del ciclo economico
americano, avanzata di un paio d'anni rispetto all'Europa.

Con il terremoto in Giappone, la crisi europea e gli emergenti in
rallentamento, gli investitori sono tornati nella forte e classica
America. Un Paese che resta la prima potenza economica e dove
l'azione della FED sembra essere stata efficace nel superare la
crisi del 2008. Certo restano molti problemi, in primis il deficit
ed il debito in continuo aumento, ma per ora questo non ha spaventato
gli investitori.

Cosi', l'indice S&P500 e' stato sostanzialmente il miglior indice
del mondo tra quelli piu' importanti e per InvInt era  quindi
pressoche' impossibile fare meglio.

Ed e' gia' stata una ottima strategia quella di:

1 Aver preso lauto profitto per tempo sul SuperTopVincitore l'ETF dell'oro GBS;
2 Essere andati liquidi su quasi tutto il pfolio grazie all'assistenza
del nostro Metodo.

In una Maratona di 20 e piu' anni, qualche anno di sconfitta e'
fisiologico. Anche i grandi investitori come Buffett o Graham
hanno avuto diversi anni in cui hanno fatto peggio del mercato.

Ma i conti si fanno alla fine e su tutti gli anni e da questo
punto di vista InvInt dal suo lancio ad oggi (2005) resta sempre
in vantaggio di ben 22 punti rispetto all'indice.

Vantaggio che dopo questo anno di stop siamo intenzionati a
difendere e possibilmente incrementare.

Ultima nota: InvInt va pensato come strumento ETF e Global
all'interno della Maratona Globale di Fw che anche quest'anno
e' andata, complessivamente, assai bene.

Non fate mai l'errore di non tenerne conto.

Prima di concludere, colgo l'occasione di questa ultima edizione
dell'anno per fare a tutti voi e alle vostre famiglie i miei
auguri di Buon 2012.


Ma adesso ecco il nostro portafoglio aggiornato:

-AspirantiVincitori

S&P EMERGING MKTS INFRASTRUCTURE INDEX (IEMI.MI) -3% (entr. a 15.38€ il 15.2.2010)
Db X-Trackers S&P/Asx 200 Etf (XAUS.MI) +4% (entr. a 22.84€ il 2.9.2010)

-TopVincitori

Etfs Physical Pm Basket (PHPM.MI) +79% (entr. a 50.74€ il 19.5.2009)


-Per tutti i nuovi e vecchi Abbonati:

Come ci sentite e ci leggete ripetere spesso:

L'investimento e' una Maratona e non e'
una corsa speculativa dei 100 metri.

Per questo battere l'indice di riferimento,
l'Ishares S&P 500, e' cosi' importante. Infatti
l'indice, a lungo termine, 10/20/30 e piu'
anni, ha mediamente restituito circa il 10% annuo.

Batterlo quindi vuol dire fare, in media,
ancora meglio.


Nel portafoglio sono presenti vari ETF.

Per avere informazioni sugli ETF,
cioe' sui fondi trattati in Borsa
come fossero azioni, si vedano i primi due
numeri di InvestitoreIntelligente, nell'
archivio esclusivo riservato agli abbonati.

Chi fosse interessato puo' verificare condizioni
e commissioni andando qui sul sito di BorsaItaliana,
dove ci sono anche altri ETF:
http://www.borsaitalia.it/bitApp/quotes.bit?target=MtfHome&lang=it


-Il "Metodo Carla'" per InvestitoreIntelligente ETF&Global

Ecco un riepilogo del mio modo di operare in Borsa:

-Composizione del mio portafoglio

-AspirantiVincitori
Qui ci sono le nuove societa' inserite
volta per volta, e che non hanno ancora
superato il 30% di rialzo. Ogni volta che
ci sara' un aggiornamento nel mio portafoglio,
tutti gli abbonati riceveranno un Alert.

-TopVincitori
In questa parte del mio portafoglio ci sono
i titoli che hanno superato, da quando
li ho, il 30% di rialzo.

Ecco il mio Metodo di gestione portafoglio:

1 Parto sempre con un 25/50% circa della
cifra che voglio destinare ad un certo
investimento. La gradualita' paga.

2 Inserisco uno Stop Loss al -15%.
E lo rispetto sempre. Mai lasciare correre le perdite.
Come dico spesso lo Stop loss e' una mannaia.
In ogni caso prima di ogni vendita tutti gli abbonati
riceveranno una email con l'Alert che l'annuncia.

3 Se l'investimento va bene, cioe' cresce con una
certa regolarita', posso aumentare l'investimento fino
a raggiungere la somma che volevo investire.

4 Quando il mio investimento ha superato il 30%
di rialzo, quindi il titolo e' diventato un TopVincitore,
tengo pronto un Take profit, cioe' posso portarmi
a casa i soldi guadagnati, quando e se il mercato
si dovesse rimangiare il 25% dei miei profitti.
Ma come dico spesso il Take profit e' una bussola,
nel senso che posso anche non prendere profitto
per evitare di frenare bruscamente un cavallo vincente.
In ogni caso se decidero' di vendere tutti gli abbonati
riceveranno una email prima dell'operazione.

5 Nel caso 4) posso anche non vendere tutto,
ma solo il capitale investito, in modo da restare
nell'operazione usando solo denaro guadagnato.

6 Vi ricordo la mia "regola" per entrare e/o
accumulare: se un titolo TopVincitore
scende del 5/15% circa, insomma un bel po',
ma non si prende profitto, puo' essere una
buona idea entrare e/o accumulare se si rimette
in linea positiva, cioe' ricomincia a crescere per due
o tre sedute e riguadagna il 5 o piu' per cento.


-I 4 Pilastri di FinanzaWorld:

Tutti gli abbonati ad InvInt conoscono
gli straordinari risultati della nostra
Maratona Globale dal gennaio 2005 ad oggi.

Abbiamo qualcosa come 22 punti di vantaggio
sull'Ishares S&P500: Indice +8%, InvInt +30%.

Come abbiamo ottenuto questa performance
che si commenta da sola?

Con i soliti 4 Pilastri su cui si basa Finanza
World dalla sua fondazione nel 1999:

1 I 5 Principi della Finanza Democratica che
mi(ci) hanno sempre tenuti a distanza di
sicurezza da trappole e sorprese. E non sono
mancate in questi anni nella finanza barbara
anche nostrana;

2 Il mio sistema di screening ed analisi proprietario,
il Frullatore di FC. Capace di scovare a ripetizione
business solidi e in grado di crescere regolarmente,
pagando spesso, anzi quasi sempre, alti dividendi;

3 Il mio Metodo di gestione del Pfolio, un sistema
semplice e collaudato in ogni situazione delle Borse,
capace di seguire l'Investitore fai da te Intelligente
in tutte le fasi dell'investimento.

4 La nostra strategia della Maratona, una mentalita'
che permette di guardare con relax alle fisiologiche
oscillazioni dei mercati azionari, portando a casa
gli inevitabili benefici che spettano all'Investitore
accorto di medio e lungo periodo.


Arrivederci a venerdi' prossimo per
i commenti, i dati e le notizie sensibili,
e non perdete i nostri Alerts.


Vs. Francesco Carla' & Finanza World





Segnala questo articolo ad un amico


Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria



Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: