Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti, e sui servizi finanziari, e non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Guarda GRATIS le prime 3 lezioni!

Clicca subito sui seguenti link:
- Lezione 1 - Livello Iniziale
- Lezione 11 - Livello Intermedio
- Lezione 21 - Livello Avanzato

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


Master Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



Le banche italiane stanno cambiando?


Come di consueto, pubblico in anteprima,
per gli affezionati Fwiani Bloggers,
“Affari Nostri” di lunedì prossimo.
Buona lettura.

“Una delle idee migliori di Finanza World,
quasi tutti i Fwiani la ricorderanno bene:
“Non tocchiamo le azioni di una banca nostrana
nemmeno con una canna da pesca”.

Un’idea perfettamente in linea con la Finanza
democratica, un’idea partita molti anni fa e
che si e’ portata dietro un sacco di conseguenze
virtuose, come solo una buona idea, coerentemente
rispettata, riesce a fare.

Le conseguenze virtuose sono presto ricordate:
non investire nelle banche ci ha permesso di
investire su un sacco di ottime aziende del
vero Made in Italy, e di vederle esplodere nell’
esportazione di beni e servizi.

Il risultato e’ visibile nella performance di
In Borsa in Italia“: +191% dal gennaio 2006.

L’altra conseguenza virtuosa del ‘NO BANK’
e’ nel risultato, nello stesso periodo, dell’
Indice di Milano da cui siamo stati lontanissimi
negli anni decisivi, tra il 2006 e il 2012:

Indice FTSE MIB: -39%.

Perche’ l’Indice era (e un po’ e’ ancora)
praticamente un indice bancario ed assicurativo.

Nel frattempo giunge notizia che 4 banche della
provincia italiana (Cassa di Ferrara, Banca Marche,
Banca Etruria e Carichieti) sono state salvate
(‘messe in sicurezza’ in burocratese pudico) e
i relativi costi sono stati posti a carico di un
poco identificato ‘sistema bancario’.

Nasce un Fondo di risoluzione che con un esborso
valutato dalla Ue in 3,6 miliardi, permettera’ alle
quattro banche di continuare ad operare. Ci sono
anche soldi dello Stato, quindi nostri.

Unico cambiamento apparente: avranno il termine
“Nuova” davanti al loro nome.

Cosa ci dice questa faccenda che arriva poco prima
dell’avvio delle nuove norme sul ‘Bail in’ che, come
chiedevamo noi di Fw dal 2008, (finalmente) in caso di
dissesto bancario colpiranno, nell’ordine: azionisti
ed obbligazionisti, ma anche incauti correntisti di
banche mal gestite oltre i 100.000 euro?

Ci dice due cose semplici semplici ed istruttive:

La prima: 4 banche di provincia sono costate al
‘sistema bancario’, cioe’ ai consumatori ed agli
imprenditori seri, oltre 3,6 miliardi in euro.
Pensate un po’ cosa costerebbero i fallimenti di
ben altri istituti …

La seconda: il fatto che le sofferenze delle citate
banche subiranno una massiccia svalutazione da 8,5
a 1,5 miliardi, a conferma che si tratta anche di un
gigantesco ‘scurdammoce o passato’ per bad-consumatori
e bad-imprenditori (e moolte altre categorie di clienti
bancari diciamo cosi’ “privilegiati”) assai meno serie.

Un augurio e un consiglio. L’augurio: speriamo che il
‘Nuova’ davanti al nome delle vecchissime banche fallite
non sia solo una spesa per il cambio delle insegne.

Il consiglio: scegliete con grande cura la vostra banca.

Ma ne aggiungo un altro, penso altrettanto utile specie
se siete novizi di Finanza World: partecipate Gratis
al nuovo Meeting della Finanza democratica on line
con il sottoscritto cliccando (o andando) qui:

http://www.francescocarla.it/meeting

Ps. Date l’indirizzo anche i vostri cari:
e’ il modo migliore per evitare i danni
della finanza barbara che avete appena letto.

Un caro saluto a tutti,

Vs. Francesco Carla’
f.carla@finanzaworld.it

Ultimi giorni per aderire alla seguente offerta:
due Premium annuali a scelta (tra le
combinazioni proposte) al prezzo eccezionale
di 649 euro (anzichè € 896, equivalente a € 448 cad.
dei singoli servizi annuali già scontati).
Cliccate subito sui seguenti link per non perdere
questa occasione eccezionale (scade il 30.11.2015):

“In Borsa Con Carlà” + “In Borsa In Europa”
“In Borsa Con Carlà” + “Obbligazioni Italia&Euro”
“In Borsa Con Carlà” + “InvestitoreIntelligente ETF&Global”
“In Borsa In Italia” + “In Borsa In Europa”
“In Borsa In Italia” + “Obbligazioni Italia&Euro”
“In Borsa In Italia” + “InvestitoreIntelligente ETF&Global”
“In Borsa In Europa” + “Obbligazioni Italia&Euro”
“In Borsa In Europa” + “InvestitoreIntelligente ETF&global”
“InvestitoreIntelligente ETF&Global” + “Obbligazioni Italia&Euro”




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: