Il costo della politica (regionale ed europea)


Stavo per pubblicarlo senza commento.

Nel senso che si fa fatica a trovare
qualcosa da dire, quando le notizie
urlano per conto loro.

La politica locale (ed europea) italiana costa cara.

Addirittura piu’ di quella nazionale
a sentire quello che scrivono Salvi e
Villone, cioe’ due senatori DS piuttosto
coraggiosi.

Coraggiosi perche’ quasi tutte le
amministrazioni locali sono in mano
alla sinistra.

Si scopre che i consiglieri regionali
vendono a caro prezzo i loro servizi
alla popolazione, quasi come novelli manager
di aziende multinazionali quotate a
Wall Street.

Gli mancano solo due piccoli dettagli
per diventare sul serio globali:

Se sbagliano non pagano;
Se non danno risultati continuano
a prendere gli stipendi fino
alla fine degli incarichi.

Ve l’avevo detto: difficile da commentare.

-Da Il Velino.it – Gli europarlamentari italiani sono quelli più pagati del Vecchio Continente e le retribuzioni dei consiglieri in alcune regioni superano anche quelle dei parlamentari nazionali. I costi della politica, del Parlamento e dei governi regionali e nazionali: tutti dati che i senatori diessini Cesare Salvi e Massimo Villone hanno raccolto nel volume Il prezzo della democrazia (Mondadori), da oggi in libreria. Dati che, per quanto riguardano i consiglieri regionali, si legge nel libro, “non sono pubblicati in modo trasparente (fa eccezione la Toscana) e c’è una notevole riluttanza a fornirli anche su richiesta. Ciascuna regione pụ decidere autonomamente; tutte hanno scelto di ancorare l’indennità base a quella parlamentare, con percentuali che variano da regione a regione, passando dal 65 al 100 per cento (la Sicilia). Occorre poi aggiungere l’indennità di funzione per incarichi e la diaria.

La moltiplicazione degli incarichi istituzionali (assessori, capigruppo, uffici di presidenza delle commissioni), nonché le decisioni su altre voci (come le diarie) fa ś che la retribuzione in realtà raggiunga e superi spesso quella dei parlamentari nazionali. Per esempio in Campania (che guida questa classifica con 14 milioni di spese l’anno, per 60 consiglieri) si è calcolato che un consigliere regionale guadagna in media 2000 euro al mese in più di un parlamentare. Il consiglio di presidenza della regione Lazio pụ decidere di elevare l’indennità mensile degli eletti fino a un massimo di 9.947 euro. Complessivamente, si pụ calcolare un costo, per la retribuzione (a oggi) di 1.118 persone, di oltre 150 milioni di euro l’anno”.




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: