Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti, e sui servizi finanziari, e non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Guarda GRATIS le prime 3 lezioni!

Clicca subito sui seguenti link:
- Lezione 1 - Livello Iniziale
- Lezione 11 - Livello Intermedio
- Lezione 21 - Livello Avanzato

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


Master Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



Google e Microsoft sulla Gazzetta


Ecco un altro commento del sottoscritto per la Gazzetta dello Sport …  

 

Un’azione di Google dopo le buone
notizie di questi giorni costa ormai quasi 500 dollari.

Piu’ o meno cinque volte quello che costava
nell’agosto del 2004, quando il famoso
motore di ricerca di Internet e’ approdato
a Wall Street, tra l’altro con un sistema
inedito e originale che ha tagliato fuori
le banche e fatto risparmiare commissioni
alla societa’, ma reso meno ricchi i due fondatori.

Molto piu’ contenti gli azionisti: in meno di tre anni,
un investitore fedele avrebbe
quintuplicato il suo denaro: centomila dollari
sarebbero diventati quasi mezzo milione.

Intanto il valore di Google come azienda e’
a sua volta decollato. Dopo l’ulteriore rialzo
di ieri, l’idea dei due trentenni Larry Page (34)
e Sergey Brin (33), vale piu’ di 150 miliardi
di dollari. Quindi ‘solo’ 130 miliardi in meno
dell’acerrima rivale Microsoft che vorrebbero
scalzare dal trono ventennale di regina tecnologica.

L’aspirazione non e’ affatto campata in aria
visto che Google domina il mercato della pubblicita’
su Internet attraverso i suoi ‘AdWords’ e sta
provando ad invadere il regno di Bill Gates con le
sue versioni gratuite e on line dei programmi di scrittura,
e con tante altre applicazioni di uso quotidiano.

L’idea e’ ancora una volta ‘eversiva':
regalare i programmi facendo pagare
i servizi alla pubblicita’. Un po’ come
succede da decenni per la tv commerciale
pagata dagli spot.

La battaglia tra Google e Microsoft si annuncia durissima e
senza esclusione di colpi anche su un terreno, come dire,
meno immateriale. Un episodio? Un anno fa Steve Ballmer, numero
due di Microsoft dopo Gates, accolse con il lancio di una
sedia e la frase ‘I’m going to kill Google’ la notizia che
un altro ingegnere si dimetteva per andare a lavorare per i rivali.

Ma e’ certo che Google dovra’ continuare a stupire Wall
Street, trimestre dopo trimestre, se vorra’ continuare
a giustificare il suo prezzo in Borsa. Quindi attenti al rischio.




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: