Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti, e sui servizi finanziari, e non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Guarda GRATIS le prime 3 lezioni!

Clicca subito sui seguenti link:
- Lezione 1 - Livello Iniziale
- Lezione 11 - Livello Intermedio
- Lezione 21 - Livello Avanzato

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


Master Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra



Padoa Schioppa giura: niente tasse nuove


Il tema delle tasse interessa moltissimo gli italiani. Quelli che le pagano tutte, quelli che ne pagano un po’, e anche quelli che non le pagano per nulla. Dalla casalinga di Voghera che pena per il marito tassato, a Valentino Rossi che fa il cittadino londinese ma poi sta sempre a Tavullia, tutti gli italiani avrebbero una ricetta precisa per le tasse giuste. Ovviamente questa ricetta non fa mai una torta le cui fette si somiglino a sufficienza. Cosi’ l’imprenditore piccolo e l’artigiano, inveisce contro il dipendente pubblico; il dipendente privato ce l’ha con il Governo e le accuse reciproche non fanno certamente cambiare lo scenario totale. Adesso il Ministro del Tesoro Padoa Schioppa assicura: altre tasse nuove nella finanziaria che incombe in autunno, non ce ne saranno. Lui stesso ammette che le tasse, per chi le paga tutte, sono gia’ molto pesanti e dovrebbe anche convenire che aumentare la tassa sugli investimenti significa aumentare le tasse.  

 

Cė sarā ancora risanamento dei conti pubblici, ma senza nuove imposte. “Sarā una finanziaria di tregua fiscale, non introdurrā obblighi di entrate fiscali”. A garantirlo č il ministro dell’Economia, Tommaso Padoa Schioppa in occasione del suo intervento alla festa dell’Udeur a Telese.

Quanto al peso delle imposte sulle tasche degli italiani, il responsabile di via XX settembre ha ammesso che il carico č elevato ma non puō essere scisso dal problema dell’evasione. “Per chi č in regola – ha detto Padoa-Schioppa – il carico fiscale č eccessivo. Le stime, non nostre, parlano di 100 miliardi all’anno di imposte evase”.

Il ministro ha poi fatto riferimento al rallentamento della crescita evidenziato nell’ultimo trimestre. “L’obiettivo di una crescita del Pil al 2 per cento per il 2007 – ha ammesso Padoa-Schioppa – č ora pių ambizioso di due mesi fa”. Per raggiungerlo a fine anno, ha precisato il ministro, “ci dovrebbe essere un recupero nei prossimi trimestri”.

Risanare e il problema del consenso degli elettori. “Bisogna andare avanti – ha aggiunto il ministro – tenere la rotta, non cambiare la strada. La legislatura dura cinque anni: non c’č nessun governo che conosco che dopo un anno vincerebbe ancora le elezioni. Bisogna andare avanti: se la strada č giusta darā i suoi frutti”. Per Padao-Schioppa il risanamento dei conti pubblici deve continuare, e farlo serve una crescita “crescita finanziaria, sociale, ambientale”.


C’č anche spazio per un’esortazione al ‘Sistema Italia’ a non rimanere troppo legato alla domanda proveniente dai paesi esteri. “L’ Italia – ha detto il ministro – puō crescere a tassi pių alti degli ultimi anni se aumenta la produttivitā, se aumenta la partecipazione della popolazione alla forza lavoro e se aumenta l’ efficienza della pubblica amministrazione”.

Il ministro ha poi parlato della crisi dei mutui subprime. “Sono stati solo colpi di tuono, ma non c’č stata la grandine, perchč le Banche centrali sono intervenute prontamente. Perō i colpi di tuono sono il segno di alcuni squilibri internazionali”.

Intanto, secondo i dati elaborati da Equitalia, il fisco accelera i recuperi. Nei primi sette mesi dell’anno sono stati recuperati 3,139 miliardi. Un aumento complessivo del 56,4%. I tecnici stimano che per la fine dell’anno verrā incassato un miliardo in pių rispetto a quanto stabilito in Finanziaria (2,092 mld) arrivando, per i soli ruoli erariali, a circa 3 miliardi.




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: