Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti, e sui servizi finanziari, e non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Guarda GRATIS le prime 3 lezioni!

Clicca subito sui seguenti link:
- Lezione 1 - Livello Iniziale
- Lezione 11 - Livello Intermedio
- Lezione 21 - Livello Avanzato

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


Master Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra


Archivio di agosto, 2012

La finanza italiana ed altri animali

venerdì, agosto 31st, 2012

A beneficio di tutti i Fwiani Bloggers,
pubblico in anteprima il prossimo numero
di “Affari Nostri”. Buona lettura.

” Quasi sei anni fa scrivevo la newslettera
che state per leggere.

Ve la ripropongo alla fine dell’estate 2012
perche’ mi pare di assoluta attualita’.

In Borsa con Carla’“, il servizio Premium che
migliaia di Fwiani hanno scelto per investire a
Wall Street e dintorni, era appena partito.

Da allora ha portato a casa il +150%
di profitto, mentre l’S&P 500,
l’indice di riferimento, arranca a +26%
e in tre anni e’ praticamente al punto di
partenza.

La cosa piu’ sbagliata che si puo’ fare
e’ attendere prima di cominciare ad investire:
il tempo e’ il vero alleato dell’Investitore Intelligente.

Nella sua guerra contro gli animali feroci
della Finanza barbara.
Buona lettura.

——————————————-

“Sto leggendo il bellissimo libro di Durrell:
‘La mia famiglia e altri animali’ (Adelphi).

Lo zoologo inglese era piuttosto indeciso
su chi fossero le vere bestie, se i suoi
parenti, o gli insetti e i serpenti di Corfu’.

Sono indeciso pure io su una cosa:

Leggo in giro che chi ha comprato azioni
o bonds di Parmalat, Cirio, Giacomelli e
Finmatica, in fondo se l’e’ andata a cercare:
‘Impossibile – si sostiene – avere rendimenti
cosi’ alti su aziende serie’. Mah …

Come dire: cornuti e anche mazziati.

Allo stesso tempo lo scaricabarile e’ in piena
forma: Tanzi accusa le banche, le banche accusano
quelli del rating, quelli del rating l’azienda,
la Consob i revisori dei conti, e poi c’e’ la
lotta tra Tremonti e Fazio …

Lasciamoli scaricare e speriamo nei giudici.

Ma intanto il vero problema resta sullo sfondo:
il capitalismo all’italiana non va da nessuna
parte, resta a meta’ del guado, nella posizione
peggiore, a mezza cottura, vaso di coccio da rompere.

Riassumo le questioni davvero calde:

1 La Borsa italiana, lo dico da anni, non simula
per niente l’economia del nostro paese e invece
deve farlo, naturalmente organizzata e controllata
come Wall Street;

2 I risparmiatori e gli investitori italiani si
sono trovati, senza formazione e Finanza Democratica
e senza controlli e protezioni, a dover scegliere,
quasi improvvisamente, tra l’aggressione dei
bassissimi rendimenti (e alti rischi) sui Bot, e il pestaggio
delle obbligazioni Parmalat, Cirio e compari.

Che si puo’ fare per difendere gli investitori?

Secondo me si possono fare due cose:
Una la puo’ fare il governo, l’altra la devono fare
gli investitori e i risparmiatori senza aspettare.

La prima:
Il governo deve creare le condizioni per avere una
Borsa all’altezza della nostra economia, con tutti
i controlli e le sanzioni che esistono gia’ a Wall Street.
Basta con la Borsa giardinetto delle banche e delle
grandi industrie al tramonto.

La seconda:
Gli investitori e i risparmiatori devono convincersi
che la finanza e’ inevitabile (oltre che interessante)
e che fa e fara’ sempre piu’ parte della loro vita.

Se non capiscono come e su cosa investono, i truffatori
continueranno a fare i loro comodi.

I truffatori e gli altri animali.”

Un caro saluto,
Vs. Francesco Carla’

Oggi puoi provare gratuitamente e senza impegno

per 15 giorni i servizi Premium di FinanzaWorld!

Clicca subito sui seguenti link:

In Borsa Con Carla’

In Borsa In Italia

InvestitoreIntelligente ETF&Global

Obbligazioni Italia&Euro

FC Small Caps

Come valutare un business

venerdì, agosto 24th, 2012

Ecco “Affari Nostri” di lunedi’ per
gli affezionati Fwiani Bloggers.
Buona lettura.

Sono sempre alla ricerca della semplicita’.

Nella mia esperienza di investitore e studioso
della finanza e degli investimenti, ho visto funzionare
sempre e solo le strategie semplici e indipendenti.

Quelle di Graham, quelle di Buffett e di Lynch.

Hitchcock amava la semplicita’. Se non era in grado
di scrivere la trama (il plot) di un suo film su una
scatoletta di fiammiferi, o sul retro di un biglietto
da visita, quel film non lo faceva per niente.

Semplice e’ il contrario di banale.

Provate a riassumere ‘La finestra sul cortile’ oppure
‘Gli uccelli’ e vi accorgerete che, per una volta,
il maestro del brivido, non scherzava.

Per questo i suoi film non passano mai di moda.

Oggi provero’ a raccontarvi come dovreste valutare
una societa’ prima di investire, cercando di farlo
nel modo piu’ semplice che io sia riuscito ad
immaginare. Non fate caso ai dettagli poco ‘business’,
me ne scuso in anticipo: quello che conta e’ la morale.

Comincio subito.

Ci sono due amici che abitano nello stesso quartiere.
Uno di questi amici, Mario, e’ intraprendente e ha messo
su un business molto semplice: compra birra in
un supermarket che fa forti sconti, e la rivende
dovunque si raduni gente

Compra bottiglie a 50 centesimi e le rivende a 2 euro.

Siccome e’ molto bravo nel suo mestiere, riesce
a convincere un sacco di gente a comprarle.

E i risultati sono davvero buoni: in un anno ha
venduto 20.000 bottiglie di birra, 100 al giorno
per duecento giorni di lavoro.

Ha speso 10.000 euro per la birra e ne ha incassati
40.000 dalla rivendita. Profitto netto: 30.000 euro.

Mica male. Solo che si e’ stancato parecchio.

E qui entra in scena l’altro amico, Giorgio.
Dopo aver osservato il business del suo compagno
per dodici mesi, gli e’ venuta una mezza idea di
comprarne la meta’.

Anche per aiutarlo.

Quanto dovrebbe pagare il business della birra
secondo voi? Che poi e’ come dire: quanto vale
la societa’ e quanto valgono le sue azioni?

Riassunto:

Sappiamo che, nel primo anno, Mario ha venduto
100 bottiglie al giorno di media, per un totale
di 20.000, in 200 giorni di lavoro.

Sappiamo che gli costavano 50 centesimi l’una
e che le rivendeva a 2 euro, con un profitto netto di
un euro e cinquanta cad. e di 30.000 euro in un anno.

Dal passato prossimo passiamo al condizionale.

In cinque anni Mario potrebbe vendere, quindi,
100.000 bottiglie di birra con un profitto
netto di 150.000 euro. Mica bruscolini.

Giorgio farebbe bene quindi a pagare il 50% del
business della birra 75.000 euro?

Non scordatevi del condizionale.

E se Mario si ammala? E se la birra passa di moda?
E se arrivano concorrenti agguerriti? E se i
supermercati aumentano i prezzi della birra?

Se, se, se, se … Ogni ‘se’ vale qualcosa.

Ogni ‘se’ porta a casa uno sconto. Ogni ‘se’
deve farvi pensare e trovare una risposta in
denaro. Ogni ‘se’ abbassa la valutazione.

Morale della storiella:

Se non avete tutti gli elementi per valutare
un business, allora NON avete tutti gli elementi
per valutare il prezzo di un’azione di una societa’.

Non potete dire se e’ cara o a buon mercato.

E quando, finalmente, questi elementi li avrete,
fatevi le domande giuste e scontate tutti i ‘se’
e i ‘ma’ che vi vengono in mente.

Solo allora potrete dire qual e’ il prezzo giusto.

Ps. Quando avrete tutti questi elementi
ricordatevi che potete sbagliare. Ecco
a cosa serve il Metodo di FC.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Da quanto sei un Fwiano? (quarta puntata)

venerdì, agosto 17th, 2012

Ecco “Affari Nostri” di lunedì per
gli affezionati Fwiani Bloggers.
Buona lettura.

Ecco qui una Fwiana Premium veterana,
conosciuta da tanti per la sua praticita’
e la chiarezza delle parole.

La primavera scorsa avevo pubblicato
sul Blog alcune delle sue risposte
alle mie 15 domande sull’investimento.

Vi lascio subito con lei, ha molto da dirci.
Poi, a seguire, vi faccio una domanda importante …

-Liliana Venturi
Buongiorno professore, in questo afoso sabato d’agosto,
riprendo ciò che ho lasciato in sospeso a maggio.

Le devo le ultime 5 risposte

11 Quand’e’ il momento di comprare?
Esiste un momento perfetto per comprare
azioni oppure obbligazioni? Esiste il ‘minimo’?

-Ho imparato che non c’è un momento perfetto,
quando ho delle disponibilità valuto la
composizione del mio portafoglio, l’umore del
mercato e scelgo solitamente tra gli Etf
di Investitore Intelligente
l’acquisto.

Avendo come orizzonte il lungo termine per me
ha più valore il suo commento in InvInt
che il prezzo. La sua analisi mi permette di
capire se il tempo è ancora propizio,
che aria tirerà sui settori di appartenenza
degli Etf e nel mondo.

12 Come si fa a capire quando vendere?
C’e’ un attimo cruciale in cui bisogna assolutamente
vendere le proprie azioni oppure le obbligazioni?
Esiste il ‘massimo’?

-Dopo tanti anni di Fw ho imparato a guardare lontano
e cerco di non farmi condizionare dagli eventi,
rifletto sui suoi commenti. Non esiste un massimo:
o confermo l’investimento o vendo, ma … vendo
quando arriva l’alert…

13 Con che capitale si comincia ad investire?
Quandi soldi ci vogliono per dare inizio alla
vostra carriera di investitori?

-Bastano pochi euro, è una questione di forma mentale,
di allenamento a risparmiare poco ma costantemente:
mi do lo”stipendio” di cui parla lei in una famosa
newletter.

14 Investitori si nasce o si diventa?
Warren Buffett e’ un investitore nato.
Su questo non ci piove. Ma investitore
bisogna per forza ‘nascerlo’ come avrebbe
detto Toto’? O si puo’ anche diventarlo?

-Buffet è un talento innato, ma si può diventare
investitori anche da comuni mortali. Penso che
la cosa importante sia avere l’umiltà di sapere
di non sapere e imparare usando il proprio senso
critico, riflettendo sugli innumerevoli spunti che
Fw e la vita ci sottopongono.

La cultura finanziaria è fondamentale.

15 Quanto conta il Metodo nell’investimento?
Si puo’ improvvisare mentre si investe, o
ha molto piu’ senso essere pronti e preparati
a tutte le condizioni dei mercati?

-Conta tantissimo, è una tecnica da applicare che
evita le reazioni impulsive.
E’ fondamentale essere pronti a tutte le condizioni
di mercato, e ciò è possibile se si ha un metodo,
una regola da seguire che ci permette di non ascoltare
le sibille.

Ma adesso le voglio raccontare perchè non ho avuto
tempo di rispondere prima. Ha presente la sua
newsletter sul cambiare il proprio lavoro?

Beh l’analisi contenuta ben si applica all’
esperienza di mio marito che ha deciso
coraggiosamente di dimettersi da un rapporto
lavorativo ultraventennale e mettere la sua
professionalità sul mercato.

E per dirla alla maniera di Fw, il mercato se ne
è accorto ed ha immediatamente investito su di lui.

Da quando sono Fwiana?

Dalle origini, da quando la vidi in tv da Costanzo.
Ricordo che segnai velocemente il suo sito,
incuriosita, e mi iscrissi subito alla newsletter.

Quanto tempo è passato e come mi piace l’investitore
abbastanza intelligente che sono diventata.

Ho ancora il mio raccoglitore/librone con le
primissime newsletter di Investitore Intelligente,
che ho avidamente studiato: il corso su Yahoo!,
le spiegazioni sul mondo finanziario così essenziali
ed illuminanti, ero, e lo sono tutt’ora, affascinata
dalla psicologia che lo permea.

Raccontavo a chi mi stava attorno il mio entusiasmo
e la meravigliosa semplicità di ciò che leggevo.

Scoprii che potevo investire da sola.

Ho potuto discutere con intelligenza con vari
interlocutori finanziari, anche in ambito lavorativo.

Ho imparato che non puoi dominare il mercato,
ma puoi controllare te stesso.

Apprezzo tanto questo punto di osservazione
privilegiato sulle compulsioni del mercato finanziario.

Le devo la mia educazione finanziaria. Grazie!

-Francesco Carla’
Com’e’ naturale Liliana deve a se stessa
la sua educazione finanziaria. Noi continuiamo
solo a fare il nostro lavoro: usare
parole e numeri, il piu’ possibile
semplici e precisi, per dimostrare che
Indipendenza e Competenza Arricchiscono Sempre.

Mi viene una domanda: molti di voi mi
raccontano che non e’ semplice comunicare
queste cose ad amici e parenti.

Non e’ semplice spiegare che se non s’impara
ad Investire bene e’ impossibile mantenere,
nel tempo, il proprio livello di qualita’
della vita.

Non basta Guadagnare e Risparmiare. Bisogna
saper Investire Bene.

Ecco la domanda allora: secondo voi perche’
a volte e’ difficile spiegarlo alle persone
che non lo sanno ancora?

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

 

Da quanto sei un Fwiano? (terza puntata)

venerdì, agosto 10th, 2012

Ecco “Affari Nostri” di lunedì per
gli affezionati Fwiani Bloggers.
Buona lettura.

Ecco qui un Fwiano Premium quasi decennale,
manager di una importante societa’ multinazionale
italiana, una company quotata anche a Wall Street.

Oltre che in molti altri mercati.

Puo’ sembrare curioso che un alto dirigente di
questo tipo sia troppo impegnato a lavorare per
accorgersi che sta forse trascurando l’investimento.

Eppure posso dirvi per esperienza direttissima
che Molto spesso e’ cosi’.

Persone capaci, a volte brillanti, non si rendono
esattamente conto che della triade ‘Guadagnare,
Risparmiare, Investire’, quella decisiva per le
sorti del nostro presente e futuro tenore di vita
sia la Terza. Continuate a mandarmi a:
f.carla@finanzaworld.it i vostri ricordi e le
vostre considerazioni di Fwiano e Fwiana.

Buona lettura e buone vacanze.

-Domenico Genova:
Caro Prof.
non ci siamo mai incontrati di persona;
questo particolare, per la Maratona che
stiamo correndo insieme, ha poca importanza.

Non ricordo esattamente da quando ti seguo
- di sicuro sono molti anni – ricordo però,
benissimo, che ti ho conosciuto grazie ad un
amico del quale oggi farei molta fatica a fare
a meno: il web!

Ho provato a ricercare tra le tue vecchie
email; l’ultima risale al 2003, e fa riferimento
al servizio – credo uno di quelli a te più cari,
il primo - In Borsa Con Carlà (IBCC).

Giusto per amarcord, la mail datata 12 novembre
2003 aveva il seguente titolo: La giornata
del veterano.

Prima di conoscerti, avevo fatto un solo
investimento azionario; e questo, non mi
vergogno a dirlo, lo avevo fatto senza
conoscere nulla di borsa – solo per 3 motivi:
perché l’azienda nella quale lavoravo (e lavoro
tutt’ora) si quotava scontandoci le azioni
del 15%, perché lo facevano in molti e
perché in quegli anni sembrava molto
facile fare i soldi. Sembrava.

Invece alla fine, non è andata bene per nulla.

Poi, per fortuna, ho iniziato a seguirti.
Nei primi tempi da iscritto al tuo servizio
“In Borsa con Carla’” (per i Fwiani Premium IBCC)
vedevo i tuoi Alert, ma avevo paura ad investire,
e stavo a guardare.

Poi, un giorno, mi sono deciso, ed ho seguito
il tuo messaggio: Appena parte questo Alert
compro: SELECT COMFORT Corp (NasdaqNM:SCSS).

Detto-Fatto!!! Quello è stato il mio battesimo
sul mercato Americano; ancora oggi, il mio preferito.

Ti parlero’ adesso delle cose più importanti
che mi hai trasmesso/insegnato: La tranquillità
ed il Metodo.

-Riguardo la Tranquillità
Nonostante ti leggessi a quei tempi giornalmente,
e vedessi i tuoi risultati, ogni scossa delle borse,
mi metteva l’ansia.

Il controllo del portafoglio era giornaliero
e quasi maniacale. La paura, aveva il sopravvento
(avevo ancora una logica da centometrista/trader).

Ora, posso stare giorni anche in momenti storici
come questo senza controllare il portafoglio.
Oggi, penso e investo con la testa alla Maratona.
Grazie.

-Riguardo al Metodo
Una cosa che ho fatto fatica ad applicare/imparare,
soprattutto all’inizio, è stata la vendita in perdita
(stop loss) anche se solo di quel 7% ridotto poi dalla
gradualita’ dell’ingresso prevista dal Metodo.
Ogni tanto fatalmente capita.
Oggi, la mannaia fa parte – anche – del mio metodo.
Grazie.

Spero che questa mia piccola esperienza possa
esserti utile e, se la condividerai, spero lo
possa essere anche per le persone che oggi si
trovano nella situazione in cui mi trovavo io
tanti anni fa.

-Francesco Carla’:
Tranqullita’ e Metodo. Due cose davvero molto
importanti come dice Domenico Genova. E’ impossibile
correre una Maratona senza essere Graduali e Regolari.

E’ impossibile correre una Maratona senza avere
una strategia completa, un Metodo che ci garantisca
Controllo sulle Emozioni e sicurezza ragionevole
che raggiungeremo i nostri Obiettivi e soddisferemo
le nostre Aspettative.

Esattamente quello che succede, da 13 anni, ai Fwiani
e che continuera’ ad accadere nei prossimi 13. Ve lo
avevo promesso nel 1999 e ve lo prometto anche oggi.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Da quanto sei un Fwiano? (seconda puntata)

venerdì, agosto 3rd, 2012

Ecco “Affari Nostri” di lunedì per
gli affezionati Fwiani Bloggers.
Buona lettura.

Tante lettere al mio indirizzo email:
f.carla@finanzaworld.it

Sono Fwiani veterani e non che vogliono
dire la loro su questi 13 anni di Finanza
Democratica targati www.finanzaworld.it

Ho cercato di rispondere a tutti e
continuero’ a farlo in questi giorni.

Pubblico la lettera di Stefano Montu’,
un Fwiano della prima ora che sottolinea
alcuni punti dell’attivita’ di Fw che
mi stanno in effetti molto a cuore… Buona lettura.

-Stefano Montu’
Ti seguo fin dagli albori, quotidianamente
do uno sguardo ai tuoi suggerimenti, anche
se gli impegni di lavoro non mi permettono
sempre di poter approfondire ed applicare.

Non so se ricordi tra i primi che ti hanno
scritto, raccontandoti di quell’amico che
avevo (purtroppo non c’è più) a cui piaceva
l’Inter, la Borsa e le belle donne…

A parte gli aneddoti di una cosa sono certo:
avete veramente smentito ed aiutato a
scardinare dei capisaldi, degli atti di fede
insiti in molti investitori, che si sono
rivelati grandi menzogne nell’arco degli
ultimi 15 anni !

Su molti di questi punti ti ho seguito
assiduamente ed oggi ne son contento
(ahimè non sul tema azioni Bancarie..)

Ma devo dire che con i bei risparmi e guadagni
da investimenti generati fino al 2008 mi son
comprato una nuova casa; si forse l’avrò
acquistata in un momento di punta del mercato
immobiliare (ma per il tipo di immobile non
penso di subire grandi svalutazioni in futuro,
soprattutto è la mia casa e non mi interessa
venderla per cui il suo valore alla fine poco
mi importa).

Non voglio dilungarmi, ma in sintesi devo dire
che FW mi ha aiutato molto: soprattutto a pensare
con la mia testa, con le analisi dei dati e non
con i sentimenti generati (volutamente o
naturalmente) dal mercato, a non seguire
sempre ciò che fa la massa, andando anche contro
corrente: insomma ad essere un minimo originale
(oltre che profittevole).

Purtroppo la perdita di originalità e la
standardizzazione/globalizzazione sono nemici
del successo individuale, che invece si raggiunge
a livello personale, professionale o imprenditoriale
con la capacità di osservare, imparare, innovare
e magari tentare e sbagliare, anche in finanza.

-Carla’
Pensare con la propria testa. Investire con
la propria testa.

Ecco una questione chiave nell’attivita’ di Fw
in questi 13 anni che Stefano Montu’ ci ricorda
con lucidita’.

Guadagnare, Risparmiare, Investire.

Possibile che di questa triade magica la parte
che tante persone si sentono in dovere di delegare
sia poi in realta’ quella piu’ importante, e
personale, di tutte?

Lascio questo interrogativo aperto alle vostre lettere.

Scrivetemi allo stesso indirizzo di 13 anni fa:
f.carla@finanzaworld.it

Mandatemi un ricordo, una memoria, un’idea, una
critica, un consiglio, la prima cosa che vi viene
in mente dei vostri anni da Fwiana (Fwiano).

Li pubblichero’ qui nelle prossime puntate, ne
discuteremo assieme.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

A grande richiesta abbiamo esteso l’offerta
dell’estate, ma affrettati, dura solo pochi giorni!

Solo fino al 12-8-2012 ti offriamo la possibilità
di abbonarti a due servizi Premium annuali a
tua scelta (tra le combinazioni proposte) ad un
prezzo eccezionale: 590 euro per un anno intero
di abbonamento!

Puoi aderire subito all’offerta anche se sei già
abbonato ai servizi Premium: la durata degli eventuali
abbonamenti già attivi verrà automaticamente
prolungata per un anno a partire dalla scadenza.

Scegli subito la combinazione che preferisci:

“In Borsa Con Carlà” + “In Borsa In Europa”
“In Borsa Con Carlà” + “Obbligazioni Italia&Euro”
“In Borsa Con Carlà” + “InvestitoreIntelligente ETF&Global”

“In Borsa In Italia” + “In Borsa In Europa”
“In Borsa In Italia” + “Obbligazioni Italia&Euro”
“In Borsa In Italia” + “InvestitoreIntelligente ETF&Global”




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757 - Finanza World e' una testata giornalistica fondata e Diretta da Francesco Carla'


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: