Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti, e sui servizi finanziari, e non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Guarda GRATIS le prime 3 lezioni!

Clicca subito sui seguenti link:
- Lezione 1 - Livello Iniziale
- Lezione 11 - Livello Intermedio
- Lezione 21 - Livello Avanzato

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


Master Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra


Archivio di novembre, 2011

Che fine fara’ l’Euro (e l’Europa)?

venerdì, novembre 25th, 2011

A beneficio di tutti i Fwiani Bloggers,
pubblico in anteprima il prossimo numero di
“Affari Nostri”. Buona lettura.

” I titoli di Stato italiani cercano compratori
e li trovano solo a tassi molto alti. Vedi ultima
asta di venerdi’ scorso.

Lo scenario europeo continua ad influenzare
le Borse globali, com’e’ normale che sia visto che
si tratta di questioni cruciali: leggi debiti
sovrani in Euro.

Ecco come vedo la situazione attuale, ancora piu’ in
sincro dopo la brutta asta dei Bund della settimana
e i problemi francesi: la definizione PIIGS ormai
non basta piu’.

Per tamponare i Mercati ci vuole Forza:

Se la BCE si mette a Comprare 500/1000 miliardi
di titoli di Stato europei i Mercati scappano a
gambe levate. Solo che la Germania lo lascera’
fare quando:

1 Avra’ visto i Paesi PIIGS (e ormai non solo piu’
loro) passare ai fatti con le famose Riforme;

2 Quando avra’ indebolito a dovere le nazioni
competitive in industria e finanza;

3 Fino a quando i danni della crisi PIIGS per
Germania medesima (e speriamo per l’Europa)
non diventano paragonabili ai vantaggi
strutturali di cui ai punti 1 e 2.

Al punto 2 non ci manca molto ormai. Per il
punto 3 probabimente si’ almeno dal punto
di vista tedesco.

La Germania (che comunque, come le ha ricordato
bene Monti, e’ stata la prima a violare il patto
di stabilita’ nel 2003) e’ lo zio ricco di una
serie di nipoti scapestrati e impoveriti.

Tra cui il piu’ scapestrato in assoluto e’
il nipote-politico italiano.

Lo zio ricco (che non e’ ricco per caso ed intende
rimanere tale) interviene in banca SOLO quando
i nipoti impoveriti sono stati messi nella condizione
di non nuocere.

Qunado si sono venduti la SuperCar e hanno smesso
di fare vacanze alle Maldive etc etc.

Allora rinegozia i tassi, mette la firma, ed esce
dalla banca ricco come prima e molto piu’ sicuro
del fatto suo.

Tornando al punto 1 mi tocca ritirare fuori la mia
Ricetta estiva per quel che riguarda l’Italia:

-La premessa in agosto 2011 era:

Lo Stato deve mollare la Presa sull’Economia.
Oppure i Mercati continueranno, Giustamente,
a Picchiare DURO.

-Rieccovi la mia RICETTA parecchi mesi dopo:

L’Italia riparte SOLO se ai Mercati e agli Imprenditori
si da’ una Riforma Vera dei Costi Statali e
con il Ricavato si Finanzia una Riforma Fiscale
con due aliquote: 10 e 25% tutto incluso.

Ai nostri piccoli e medi imprenditori non si puo’
continuare a chiedere di scegliere tra sommerso
o chiusura. Se non si liberano i nostri Animal Spirits
la bancarotta e’ certa.

-Vorrei ricordare le 5 cose che consiglio al Governo:

1 Fare presto: i Mercati non hanno pazienza;

2 Fare bene: non e’ piu’ possibile sbagliare
le misure ne’ bluffare oltre;

3 Fare per la crescita: deprimere i nostri piccoli
e medi imprenditori e i loro residui, generosi,
Animal spirits, sarebbe disastroso;

4 Fare per i risparmi: distinguere le spese
improduttive e inutili (quando non dannose)
da quelle fondamentali per il Sistema Italia;

5 Fare contro il privilegio di casta e la concorrenza
sleale, dovunque si annidi e comunque si manifesti.

Un’altra cosa: vediamo come procede il Turnaround-Italia
di cui ho scritto e detto a profusione dal 26 settembre:

Se un’azienda subisce un ciclo molto negativo,
s’indebita troppo, vede calare i mercati,
colleziona perdite invece che profitti,
di solito a Wall Street succedono, nell’ordine,
le seguenti cose:

La prima: si cambia il management. Nessun
turn around puo’ essere preso sul serio dagli
investitori se e’ gestito dagli stessi dirigenti
che hanno creato la crisi.

La seconda: si mette mano ai costi improduttivi.
Un bravo management di turn around si stringe
attorno al core business, alle zone positive
dell’azienda e taglia i costi superflui.

La terza: si investe nel business che rende,
nei ricavi che portano profitti e migliorano
la qualita’ del marchio, si usano i vantaggi
aziendali e si lasciano perdere i business
che non funzionano.

La quarta: si fanno comunicazioni (poche)
precise e chiare. E si rispettano al millimetro
le promesse. I mercati hanno memoria da elefante
e zampe da lepre.

La prima e la quarta, sia pure in modo sui
generis, sono entrate in funzione. La seconda
e la terza sono quelle Decisive.

Troppe tasse ammazzerebbero la crescita e
farebbero fuggire i capitali. I tagli sbagliati
farebbero cadere il Pil e finiremmo come la Grecia.

Intanto, con i rendimenti attuali dei Btp,
ci vorranno altri 5 miliardi circa per finanziare
il debito.

Sperando che sia possibile.

In questa situazione la domanda giusta e’ una sola e,
per fortuna dei Fwiani Premium, noi ce l’eravamo gia’
fatta in tempi non sospetti: il rischio dei titoli
di Stato era quello giusto quando veniva compensato
con due o tre punti d’interesse medio?

Noi c’eravamo risposti NO, e lo sanno bene gli abbonati
a Fw Obbligazioni Italia & Euro, oltre ai Fwiani di IBII
che non hanno mai visto in pfolio banche a nessun prezzo.

Dev’essere per questo che dal gennaio 2006
il nostro servizio Premium sulla Borsa italiana
ha fatto il +35%, mentre l’indice e’ a -63%.

Ill Metodo si e’ appeso un’altra medaglietta
in questa Crisi Sovrana del 2011.

Altro che catastrofismo!

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Abbiamo lanciato “Comincia a Investire“, il pacchetto
che ti offre tutti gli strumenti necessari per iniziare
la tua Maratona dell’Investimento: abbonamento
mensile ai 4 principali servizi Premium, il libro del
Prof. Carlà “La Finanza Democratica” e le nuove Guide
Yahoo! Finance” e “Investire Intelligente“.

Tutto questo te lo offriamo con uno sconto di oltre il 50%!

E se poi ti abboni ad un servizio Premium annuale
ti scontiamo l’intero importo!

Clicca subito qui per non perdere questa occasione:

http://www.finanzaworld.it/product/view/2431b75fd4d94590e5b03c7bf9ab4b56ccd

I tempi non cambiano mai

venerdì, novembre 18th, 2011

Ecco “Affari Nostri” di lunedì
per gli affezionati Fwiani Bloggers.
Buona lettura.

” I maestri dell’investimento sono tutti
americani. Il perche’ e’ presto detto:
Wall Street e’ il vero tempio del denaro
mondiale, ed e’ anche la scuola dove si
formano le grandi menti della finanza.

Li’ si creano, e si distruggono, fortune.

In questi giorni sto rileggendo, per l’ennesima
volta, il classico dei classici dei volumi
sull’investimento razionale:
The Intelligent Investor di Ben Graham.

A parte il bellissimo titolo, che a
FinanzaWorld abbiamo deciso di usare per
il nostro servizio Premium cui molti
di voi sono abbonati, The Intelligente Investor,
l’InvestitoreIntelligente (ETF & Global),
ci sono molti ottimi motivi per
i quali questo libro, pubblicato nel 1947,
debba essere letto anche oggi.

Specie in tempi come questi.

Vorrei riassumere i 3 principali:

1 La distinzione tra Investitori e speculatori;

2 La definizione dell’investimento Value;

3 Il comportamento dei mercati e il nostro.

Vediamo insieme queste 3 fondamentali faccende.

1 La distinzione tra Investitori e speculatori:
Un investitore e’ fondamentalmente un
operatore, privato o istituzionale, che
usa i suoi denari per comprare una porzione
di proprieta’ di una societa’ e si chiede
sempre perche’, e a che prezzo.

Uno speculatore invece e’ interessato solo
all’andamento del prezzo dell’azione che
rappresenta quella societa’ in borsa.

Il primo vuole che quella societa’ cresca;
Il secondo vuole che quell’azione salga.

2 La definizione dell’investimento Value:
Un investimento e’ Value quando, dopo un’
opportuna analisi fondamentale, il prezzo
della proprieta’ che si acquista investendo
il proprio denaro, e’ inferiore, di un
margine di sicurezza, al valore degli
asset tangibili che le azioni rappresentano.

Spendiamo 70 per avere subito 100
anche se il mercato al momento non
lo riconosce.

Lo fara’.

3 Il comportamento dei mercati e il nostro:
Questa e’ forse la lezione piu’ importante
e piu’ indimenticabile contenuta negli
insegnamenti di Ben Graham:

Visto che non puoi controllare il comportamento
dei mercati, controlla il tuo comportamento.

Graham ha influenzato e continua ad
influenzare generazioni di investitori
ed e’ stato il maestro di Warren Buffet,
considerato unanimemente il piu’ grande
investitore di tutti i tempi.

Ma veniamo alla domanda centrale che
vorrei farvi e farmi: i tempi cambiano o
B. Graham e’ ancora attuale?

Mi spiego meglio: un libro come The Intelligent
Investor e’ ancora oggi un testo per investire,
o e’, come Reminiscences of a stock operator,
di Edwin Lefevre del 1923, solo un interessante
testo di storia indiretta di Wall Street?

Un po’ una cosa e un po’ l’altra.

Secondo tanti, i mercati finanziari oggi
sono assai piu’ efficienti che non ai tempi
di Graham.

Perche’, sostengono, e’ molto piu’ difficile
coglierli impreparati sul valore di una
societa’ e dei suoi asset.

In piu’, insistono, la differenza tra
speculatori ed investitori e’ sempre meno
netta, da Internet in poi.

Non potrei essere meno d’accordo con loro
e non potrei essere piu’ d’accordo con Graham.

Ed ecco perche’:
1 Essere Investitori e non speculatori:
E’ sempre fondamentale ricordarsi che
il nostro obbiettivo e’ moltiplicare
i denari che risparmiamo e difenderli
dall’inflazione nel tempo.

Per mantenere e migliorare il nostro tenore di vita.

E questo si ottiene solo ragionando
e comportandosi da Investitori, mirando
ad evitare perdite nel breve termine,
e ad accumulare percentuali di interesse
sul nostro investimento, mese dopo mese,
anno dopo anno.

Lasciando agire la magia dell’interesse
composto che Einstein definiva un
vero ‘miracolo’ della matematica.

Avere sempre una mentalita’ da Investitore.

2 Capire bene l’investimento Value:
I detrattori di Graham sostengono che
e’ impossibile, o comunque molto molto
difficile per un piccolo investitore:

a) Capire quando una societa’ e’ sottovalutata;
b) Trovare una di queste societa’ sul mercato.

Purtroppo per i detrattori non e’ affatto cosi’.

Un piccolo investitore ha invece molti
vantaggi rispetto ad un gestore professionale.

Deve solo dedicare ai suoi investimenti
un po’ di tempo e attenzione, informarsi
e studiare le sue societa’.

Come farebbe per una casa che vuole comprare.

Stiamo parlando del nostro denaro,
anzi, di piu’, stiamo parlando del
nostro attuale e, soprattutto, futuro,
livello e qualita’ di vita.

Le societa’ sono spesso mal valutate.

Pensate, per esempio, a quante aziende
sopravvalutate c’erano nel 1999 e nei
primi mesi del 2000 al Nasdaq o al
Nuovo Mercato.

E quante erano sottovalutate alla fine del 2002.

Oppure pensate alla ‘mia’ Marvel,
che ho pagato poco piu’ di 2 dollari
nell’ottobre del 2001 e che ho
rivenduto alla fine di aprile del 2004
con un profitto ben oltre il 1000%.

Come ho fatto a capire che fosse sottovalutata?

Mi sono ricordato degli insegnamenti
di Graham e ho fatto un po’ di conti,
usando i dati precisi e aggiornati che
si trovano anche su Yahoo!Finance
e Yahoo!Finanza.

Poi ho fatto le somme e ho investito.

E la nuova Marvel e’ gia’ da qualche
parte, aspetta che gli investitori
intelligenti si rendano conto della
sua sottovalutazione e decidano di
di diventarne azionisti.

In attesa che il mercato la scopra.

3 Migliorare il nostro comportamento finanziario.
Questo e’ un insegnamento immortale
di cui abbiamo tutti bisogno. Graham dice,
in sostanza, che il nostro rapporto con il
denaro e con gli investimenti, e i nostri
risultati, dipendono dal nostro comportamento.

NON da quello dei mercati.

Se sappiamo quello che facciamo,
se capiamo in cosa, perche’ e a
che prezzo investiamo, non possiamo
sbagliare e il nostro patrimonio crescera’
regolarmente nel tempo.

Esattamente come e’ successo agli abbonati
Premium di Finanza World
in questi 12 anni
con i risultati che bene conoscete.

Risultati finanziari e risultati comportamentali.
I tempi, su questo almeno, non cambiano mai.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Abbiamo lanciato “Comincia a Investire“, il pacchetto
che ti offre tutti gli strumenti necessari per iniziare
la tua Maratona dell’Investimento: abbonamento
mensile ai 4 principali servizi Premium, il libro del
Prof. Carlà “La Finanza Democratica” e le nuove Guide
Yahoo! Finance” e “Investire Intelligente“.

Tutto questo te lo offriamo con uno sconto di oltre il 50%!

E se poi ti abboni ad un servizio Premium annuale
ti scontiamo l’intero importo!

Clicca subito qui per non perdere questa occasione:

http://www.finanzaworld.it/product/view/2431b75fd4d94590e5b03c7bf9ab4b56ccd

Cosa possiamo fare per l’Italia?

venerdì, novembre 11th, 2011

Come di consueto, pubblico in anteprima,
per gli affezionati Fwiani Bloggers, “Affari
Nostri” di lunedì prossimo. Buona lettura.

” Si apre una settimana storica che potrebbe
risultare decisiva per il nostro Paese,
per l’Euro e per l’Europa tutta.

Il resto del mondo sta a guardare con
un misto di paura e speranza.

Al centro della scena c’e’ proprio l’Italia,
con i suoi ritardi, i suoi privilegi, il suo
immobilismo gattopardesco.

Prenderemo il treno dei cambiamenti appena
in tempo anche questa volta?

Qui a Finanza World abbiamo scandito le tappe
di questa lunga Crisi epocale. Vorrei riassumerle
per i Fwiani lettori di Affari nostri.

Gli abbonati Premium hanno seguito tutto
in tempo reale, come sempre sotto forma
di Strategie e Alert per la nostra Maratona.

Dal 1999 e, incessantemente dalla Crisi dei
Subprimes del 2008, abbiamo detto e scritto
tantissime volte, ostinatamente,tre cose chiare,
semplici e precise:

1: State lontanissimi da qualsiasi tipo
di Derivati finanziari;
2: Non pensate che i titoli di Stato siano
necessariamente sicuri e buoni investimenti;
3: State lontani dai titoli azionari e
obbligazionari delle banche.

Poi, l’estate passata, quando gia’ evidenti
erano i segnali del contagio italiano, ho
sommessamente suggerito cosa poteva fermare
i Mercati e risparmiare all’Italia decine di
miliardi in maggiori oneri finanziari.

“Lo Stato deve mollare la Presa sull’Economia.

O i Mercati continueranno, Giustamente dal
loro punto di vista e forse perfino dal nostro,
a Picchiare DURO.

Rieccovi la mia RICETTA:

L’Italia riparte SOLO se ai Mercati e agli
Imprenditori si da’ una Riforma Vera dei Costi Statali
e con il Ricavato si Finanzia una Riforma Fiscale
con due aliquote: 10 e 25% tutto incluso.

Ai nostri piccoli e medi imprenditori non
si puo’ continuare a chiedere di scegliere
tra sommerso o chiusura. Se non si liberano
i nostri Animal Spirits la bancarotta e’ certa.”

Poi, alla fine di settembre, ho provato
a suggerire le regole che i Mercati invocano
anche per l’Azienda Italia, di fronte all’immobilismo
e alla sottovalutazione politica:

“Se un’azienda subisce un ciclo molto negativo,
s’indebita troppo, vede calare i mercati,
colleziona perdite invece che profitti,
di solito a Wall Street succedono, nell’ordine,
le seguenti cose:

La prima: si cambia il management. Nessun
turn around puo’ essere preso sul serio dagli
investitori se e’ gestito dagli stessi dirigentiche
hanno creato la crisi.

La seconda: si mette mano ai costi improduttivi.
Un bravo management di turn around si stringe
attorno al core business, alle zone positive
dell’azienda e taglia i costi superflui.

La terza: si investe nel business che rende,
nei ricavi che portano profitti e migliorano
la qualita’ del marchio, si usano i vantaggi
aziendali e si lasciano perdere i business
che non funzionano.

La quarta: si fanno comunicazioni (poche)
precise e chiare. E si rispettano al millimetro
le promesse. I mercati hanno memoria da elefante
e zampe da lepre.

In questi lunghissimi Mesi Non hanno fatto
nulla di tutto questo.

E i Mercati sono passati alla Cassa.”

Poi le ultime vicende che tutti conosciamo:
Spread alle stelle, rendimenti dei titoli pure,
Berlusconi dimissionario, operazioni per un
nuovoGoverno tecno-politico, Mercati in subbuglio.

Adesso cosa succedera’?

Il nostro Paese ha bisogno di 5 cose indispensabili:
1 Fare presto: i Mercati non hanno pazienza;
2 Fare bene: non e’ piu’ possibile “sbagliare”
le misure ne’ bluffare oltre;
3 Fare per la crescita: deprimere i nostri piccoli
e medi imprenditori e i loro residui, generosi,
Animal spirits, sarebbe disastroso;
4 Fare per i risparmi: distinguere le spese
improduttive e inutili (quando non dannose)
da quelle fondamentali per il Sistema Italia;
5 Fare contro il privilegio di casta e la concorrenza
sleale, dovunque si annidi e comunque si manifesti.

E’ un’occasione storica e decisiva, tutti possiamo
fare qualcosa per non sprecarla.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Abbiamo lanciato “Comincia a Investire“, il pacchetto
che ti offre tutti gli strumenti necessari per iniziare
la tua Maratona dell’Investimento: abbonamento
mensile ai 4 principali servizi Premium, il libro del
Prof. Carlà “La Finanza Democratica” e le nuove Guide
Yahoo! Finance” e “Investire Intelligente“.

Tutto questo te lo offriamo con uno sconto di oltre il 50%!

E se poi ti abboni ad un servizio Premium annuale
ti scontiamo l’intero importo!

Clicca subito qui per non perdere questa occasione:

http://www.finanzaworld.it/product/view/2431b75fd4d94590e5b03c7bf9ab4b56ccd

Cosa succedera’?

venerdì, novembre 4th, 2011

A beneficio di tutti i Fwiani Bloggers,
pubblico in anteprima il prossimo
numero di “Affari Nostri”. Buona lettura.

” La newslettera che state per leggere, o rileggere,
ha un po’ piu’ di tre anni.

Racconta come vedevamo io e Finanza World
la Crisi dei mutui subprimes con il fallimento
di Lehman Bros, il crollo delle Borse mondiali
e le successive recessioni europee e Usa.

Leggerla oggi e’ molto istruttivo per due ragioni
principali.

La prima: dimostra che il panico e’ spesso il miglior amico
dell’Investitore Intelligente.
La seconda: dimostra che il Metodo mio e di Fw, con i suoi 4 pilastri,
funziona sempre.

Tre anni dopo ecco come sono cambiati i numeri
dei nostri Investimenti Premium che potete confrontare
con quelli di 3 anni fa nella newslettera e verificare voi
stessi iscrivendovi Gratis ai nostri servizi:

Dopo 8 anni di Maratona Americana con il
nostro servizio premium “In Borsa con Carla’
dedicato a Wall Street, stiamo battendo
l’altro runner, l’indice S&P 500 di NYC,
di 125 punti percentuali. Piu’ di 15 punti
e mezzo di distacco all’anno.

Dopo 7 anni di Maratona ETF & Global con
il nostro servizio premium “Investitore
Intelligente ETF&Global
“, stiamo battendo
l’altro maratoneta, ancora l’indice S&P 500
di New York, di 30 punti percentuali.

Dopo 6 anni di Maratona Italiana con
il nostro servizio premium “In Borsa in
Italia
” dedicato a Piazza Affari,
stiamo battendo l’altro podista, stavolta
l’indice FTSE MIB di Milano, di 93 punti
percentuali. 15 punti e mezzo di distacco all’anno.

Dopo 5 anni di Maratona Obbligazionaria con
il nostro servizio premium “Fw Obbligazioni
Italia & Euro
“, abbiamo aiutato, direi
al momento giusto, i Fwiani ad equilibrare
il loro pfolio azionario con le necessarie e giuste
obbligazioni. E anche in questo caso stiamo
battendo l’indice di riferimento di 10 punti:
noi +30%, indice +20%.

125% in piu’ a Wall Street, 20% in piu’
nei paesi e nei settori emergenti, 93%
in piu’ a Milano, 10% sulle obbligazioni:
sono differenze enormi come sapete molto bene.

Differenze che continuano a crescere, anno dopo
anno, in barba a qualsiasi Crisi, cosi’ sta accadendo
anche per i nuovi servizi lanciati in questi tre anni da Fw:

In Borsa in Europa, FC Small Caps e le Watchlist.

Cosa succedera’ passati ancora tre anni a novembre 2014?

I nostri 4 pilastri sono pronti a funzionare un’altra volta:

1 Finanza Democratica: Investite in quello che Capite e Conoscete;
2 Frullatore: Solo le Migliori Aziende e i Migliori Business;
3 Metodo: 6 Semplici ed Efficaci Regole per Gestire il Portafoglio;
4 Maratona: Investire e’ una Faccenda Esistenziale non una Scommessa.

Tutte cose spiegate nelle mie 30 Videolezioni del Master on line.

Ultima raccomandazione: e’ il momento giusto. E’ sempre il
momento giusto per cominciare ad Investire Intelligente.

Buona lettura.

-Cosa sta succedendo? del 6/10/2008
Francesco Carla’

Sono momenti storici questi, cari amici.

Dai tempi delle Mille Bolle Blu del
Nasdaq non ricevevo cosi’ tante
email a: f.carla@finanzaworld.it

Cosa vogliono sapere i Fwiani?

Vogliono sapere se possono dormire
tranquilli o se la fiducia e’ spezzata,
se c’e’ da temere che succedano cose
simili a quelle della crisi del 1929.

O a quella piu’ recente e tutta italiana
del 1992.

Piu’ o meno sono le cose che in questi
giorni mi hanno chiesto tutti, dai parenti
ai mass media (RaiNews24 per esempio):
http://it.youtube.com/watch?v=AjHv7IUFnC0

Mi hanno chiesto se mi fido ancora delle Borse.

Non mi sono mai fidato delle Borse: mi sono
sempre (e solo) fidato delle aziende che
consideravo sane, sottovalutate e in crescita.

Mi sono sempre (e solo) fidato di managers
che non pretendessero stock options per
respirare, Ceo che non guadagnassero 10.000
volte di piu’ dei loro dipendenti.

Mi sono sempre (e solo) fidato di business
solidi, con poco debito, in rapporto stabile
e assennato con i propri clienti e con ilproprio
mercato.

Mi sono sempre (e solo) fidato dell’importanza
decisiva di essere Indipendenti e privi
strutturalmente di conflitti d’interesse:
poter pensare con la propria testa e poter
scrivere e dire esattamente quello che si
pensa, quando lo si pensa, come lo si pensa.

Mi sono sempre (e solo) fidato di tutte le
regole di investimento che mi sono dato e che
ho cercato di trasmettere in questi annidi Finanza
World a tutti i Fwiani.

Regole che trovate nel mio Metodo di Borsa
e nel mio Frullatore, il sistema di analisi
delle societa’ e dei business che migliaiadi Fwiani
hanno imparato a conoscere nel
dettaglio, iscrivendosi al mio VideoMaster on line.

Questo modo di pensare e di agire funziona:

Dopo 5 anni di Maratona Americana con il
nostro servizio premium “In Borsa con Carla’”
dedicato a Wall Street, stiamo battendo
l’altro runner, l’indice S&P 500 di NYC,
di 57 punti percentuali. Piu’ di 11 punti
di distacco all’anno.

Dopo 4 anni di Maratona ETF & Global con
il nostro servizio premium “Investitore
Intelligente ETF&Global”, stiamo battendo
l’altro maratoneta, ancora l’indice S&P 500
di New York, di 21 punti percentuali. Piu’ di
5 punti di distacco all’anno.

Dopo 3 anni di Maratona Italiana con
il nostro servizio premium “In Borsa in
Italia” dedicato a Piazza Affari,
stiamo battendo l’altro podista, stavolta
l’indice S&P MIB di Milano, di 24 punti
percentuali. Circa 8 punti di distacco all’anno.

Dopo 2 anni di Maratona Obbligazionaria con
il nostro servizio premium “Fw Obbligazioni
Italia & Euro”, abbiamo aiutato, direi
al momento giusto, i Fwiani ad equilibrare
il loro pfolio azionario con le necessarie
obbligazioni. E anche in questo caso stiamo
battendo l’indice di riferimento.

E la Maratona continua, sempre, quando
i mercati vanno bene e quando vanno male.

Anzi, e’ proprio quando vanno male che
i prezzi sono migliori e le occasioni piu’
interessanti e diffuse.

Come in questo periodo speciale che infatti
vede investitori specialissimi, come Warren
Buffett, molto attivi sul mercato azionario.

Per seguire gli sviluppi della situazione Borse Globali,
venite a trovarmi nel mio Blog su www.finanzaworld.it

Per dirmi la vostra opinione sulla situazione
delle Borse scrivetemi a f.carla@finanzaworld.it

A presto Vs.
Francesco Carla’

Ultimi giorni per provare GRATUITAMENTE
e senza impegno per 45 giorni tutti i principali
servizi Premium di FinanzaWorld.

Dovete soltanto cliccare qui:

In Borsa Con Carlà

In Borsa In Italia

Investitore Intelligente ETF&Global

Obbligazioni Italia&Euro




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757 - Finanza World e' una testata giornalistica fondata e Diretta da Francesco Carla'


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: