Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti, e sui servizi finanziari, e non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Guarda GRATIS le prime 3 lezioni!

Clicca subito sui seguenti link:
- Lezione 1 - Livello Iniziale
- Lezione 11 - Livello Intermedio
- Lezione 21 - Livello Avanzato

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


Master Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra


Archivio di febbraio, 2011

Il nuovo Affari nostri!

venerdì, febbraio 25th, 2011

Ecco “Affari Nostri” di lunedì per
gli affezionati Fwiani Bloggers.
Buona lettura.

” I Fwiani sanno molto bene quanto mi sia
cara questa newslettera del lunedi’.

Da qui e’ cominciato tutto, da questa newslettera
via email e’ nata, nel settembre del 1999,
Finanza World cosi’ come adesso la conoscete.

Per alcuni anni e’ stata addirittura quotidiana.

Poi e’ diventata settimanale ed esce tutti
i lunedi’ ormai da molto tempo.

Da quando sono nati i servizi Premium (gennaio
2004, “In Borsa con Carla‘”), cioe’ ormai 7 anni
fa, Affari nostri e’ diventata soprattutto una
newslettera di Educazione e Formazione Finanziaria.

Sono passati da qui argomenti di ogni genere, tutti
con un fil rouge comune: la Finanza Democratica
e l’importanza dell’Indipendenza e dell’Autonomia
quando si tratta di soldi, di risparmi, di Investimenti.

Con il numero di oggi vorrei avviare una nuova
piccola rivoluzione. Affari nostri continuera’
a trattare temi di educazione finanziaria, ma
ci saranno, di nuovo, anche mie Informazioni per l’
Investimento e perfino nomi di aziende (e titoli),
proprio come succedeva nell’edizione originale,
tra il 1999 e il 2003.

Cominciamo subito con il tema della settimana:
una company che ho in portafoglio in “Francesco
Carla’ Small Caps
” (ormai per tutti FCS), il servizio
Premium di Finanza World nato circa un anno fa
e tutto dedicato ai business (e ai titoli) di
Wall Street Growth & Momentum.

Questa societa’ fa membrane microporose per due
usi piuttosto alla moda: automobili (e motociclette)
e strumenti tecnologici vari.

Tra i quali i popolarissimi Ipad di Apple.

Ho scovato quest’azienda diversi mesi fa, e l’
ho inserita nella mia Watchlist Americana cui
molti Fwiani sono abbonati.

Un po’ piu’ di recente ho inviato l’Alert di Buy
per inserirla nel pfolio di FCS.

I Maratoneti di Finanza World che mi hanno dato
retta non se ne sono certo pentiti. P, questa l’
iniziale della company in questione quotata al Nyse,
non ha fatto che crescere settimana dopo settimana.

Fino al +65% di una settimana addietro.

Poi, a poca distanza dagli earnings previsti per
mercoledi’ scorso dopo la chiusura di Wall Street,
e’ cominciata una prevedibile presa di profitto
da parte di traders poco Maratoneti e molto sciocchi.

Molto sciocchi e tipicamente “weak hands” come si
dice a New York. Mani fragili che sono state, come
succede spesso, colte di sorpresa dalla qualita’
del bilancio trimestrale di P.

Molto sopra le attese.

Conclusione: P. e’ salita’ fino al +17% in una sola
seduta, portando il suo profitto totale nel pfolio
di FCS a quota +80% circa.

Potete sapere anche voi di che company si tratta,
e scoprire quante possibilita’ ci sono che continui
a crescere nelle prossime settimane, mesi ed anni.

Potete saperlo cliccando subito qui.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Non perderti l’offerta lancio (fino al 28/2)
di “In Borsa In Europa“, il nuovo servizio
Premium di Francesco Carlà tutto dedicato
agli investimenti sui mercati azionari
europei e con valuta di riferimento l’euro:
1 anno di abbonamento a soli € 299 (anzichè € 448)!
CLICCA SUBITO QUI! “

Il 2011 ha ancora l’Oro in bocca?

venerdì, febbraio 18th, 2011

Come ogni venerdì, pubblico in anteprima
il prossimo numero di “Affari Nostri”
a beneficio di tutti gli affezionati Fwiani Bloggers.
Buona lettura.

” Ormai e’ un appuntamento fisso. Ogni anno
riprendo temi d’investimento che vi ho presentato
12 mesi prima, per seguire insieme come vanno
le cose sui mercati nella Maratona.

Quasi 7 anni fa scrivevo questo report speciale
riservato agli abbonati premium ad
InvestitoreIntelligente ETF & Global” il
servizio di Finanza World dedicato agli
ETF e all’investimento globale.

Era un’analisi sulla nuova possibilita’ che c’era
data, di investire in lingotti d’oro, e non in societa’
che estraggono o lavorano il prezioso metallo,
grazie ad un ETF che inserivo nel portafoglio di InvInt.

Un bel po’ di tempo dopo quell’ETF ha portato a
casa un rendimento di oltre il +210% (un anno
fa era a +150%) e, siccome lo abbiamo da tempo
armonizzato usando un ETF europeo (quindi non
e’ piu’ l’Etf di cui state per leggere), si tratta
di un rendimento netto e reale che tiene conto anche
della volatilita’ del dollaro e dell’euro.

Buona lettura.

‘L’oro e’ la moneta pesante come dicevano gli antichi.

Nel senso che la moneta d’oro era quella destinata
ad acquistare maggior valore nel tempo, e anche per
questo chi ‘tosava’ le monete d’oro poteva spesso
finire sulla forca, molto peggio di un falsario.

Da tempo si puo’ investire in oro con un ETF.

E non sto parlando di un ETF (vuol dire, come sapete,
Exchange Traded Fund, un fondo d’investimento con spese
annuali molto basse, quotato, liquido e trattato
come un titolo azionario. Si veda la rubrica 3 per
maggiori informazioni sul tema ETF) che simula
un paniere di societa’ legate all’oro e alla sua
catena del valore, ma proprio di un ETF che investe
in lingotti d’oro, in bullions come dicono in America.

Investire in lingotti era sempre stato difficile finora.

E quindi l’ETF rimedia al problema e consente a
chiunque di inserire, facilmente, nel proprio portafoglio
anche questo genere di investimenti che ha anche il
vantaggio di essere poco o nulla correlato alle
performances di azioni e obbligazioni e percio’
puo’ ridurre la volatilita’.

E’ un ETF in dollari, con il conseguente rischio cambio.

L’ETF si chiama StreetTracks Gold Trust (NYSE: GLD),
e in pochissimo tempo ha attirato quasi 2 miliardi
di dollari di capitale, e ovviamente gli ha giovato
il timing perfetto del lancio, in coincidenza con
un periodo di nuovi massimi per il metallo giallo.

Anche il ticker, il simbolo con cui questo ETF e’
quotato al Nyse, GLD cioe’ le consonanti della parola GOLD,
e’ stato una buona idea di comunicazione e memoria.

Ma la domanda chiave e’: ha senso, adesso, investire in oro?

Come vi raccontavo prima, si puo’ investire in oro
in due modi: acquistando titoli di societa’ collegate
all’oro, oppure investendo direttamente nel materiale,
comprando lingotti come si puo’ fare con l’ETF (Nyse-GLD).

I due investimenti sono molto diversi tra loro.

Nel primo caso avrete tre volte piu’ volatilita’,
ma potrete portare a casa dividendi se le societa’
che avrete scelto ne distribuiscono e di solito
avrete anche una ascesa piu’ rapida se il timing
e’ favorevole.

Nel secondo caso non avrete dividendi, ma avrete
molta meno volatilita’ nel prezzo rispetto alle azioni.

In tutti e due i casi ricordate che l’oro e’ incostante.

Pensate che negli anni settanta ha avuto un periodo
di fenomenale boom, volando dai 35$ l’oncia del 1971,
ai 700$ l’oncia del 1980. Il che significa un profitto
medio annuale del 38% durante il periodo.

Grazie a Nixon, all’inflazione e ad altri motivi.

Ne nacque una gigantesca bolla dorata che, come nel
caso delle mille bolle blu, fu seguita da un ventennio
di vacche assai magre. Fino al ritorno di fiamma in
questo periodo, di nuovo dovuto al crollo del dollaro
e alla inflazione di moneta e liquidita’ Usa.

Il dollaro e l’oro vanno spesso per strade diverse.

E questo succede perche’, mentre il dollaro e’ la moneta
strategica e manipolabile per eccellenza, l’oro e’
relativamente stabile e quindi poco soggetto a fluttuazioni
legate al rapporto tra domanda ed offerta.

Infatti l’oro e’ salito molto sul $ (60%) e poco sull’€ (10%).

Insomma ci sono periodi in cui conviene investire in
oro e periodi in cui non conviene farlo. I movimenti
del dollaro e di altre monete chiave, tra cui appunto
l’euro, sono una specie di bussola utile per capire.

Per questo il prezzo dell’oro puo’ essere visto anche
come un barometro dell’inflazione. Nel rapporto con
il dollaro, per esempio, il recente rincaro fino al
prezzo attuale di 450$ l’oncia, si spiega con la grande
quantita’ di moneta USA che Greenspan ha iniettato nel
sistema per sostenere la crescita e finanziare i debiti.

Quindi, a 450$ l’oncia, potrebbe essere ancora interessante’.”

Adesso, febbraio 2011, l’oro ha superato i 1400
dollari l’oncia e gli abbonati premium ad InvInt
hanno ricevuto istruzioni precise su come cavalcare
a dovere le tendenze piu’ importanti per quest’anno.

Comprese quelle dei metalli preziosi e dell’oro.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Non perderti l’offerta lancio (fino al 28/2)
di “In Borsa In Europa“, il nuovo servizio
Premium di Francesco Carlà tutto dedicato
agli investimenti sui mercati azionari
europei e con valuta di riferimento l’euro:
1 anno di abbonamento a soli € 299 (anzichè € 448)!
CLICCA SUBITO QUI! “

Le domande di un Investitore che comincia la Maratona

venerdì, febbraio 11th, 2011

Come di consueto, pubblico in anteprima, per
gli affezionati Fwiani Bloggers, “Affari Nostri”
di lunedì prossimo. Buona lettura.

” Giusto due anni fa ricevo questa e-lettera
super interessante.
Vi prego di rileggerla e di leggere anche la risposta
che, per una volta, non e’ del sottoscritto ma di un
Fwiano veterano. Buona lettura.

“Ricevo, come succede dal 1999, moltissime email
a f.carla@finanzaworld.it

Una di queste mi ha particolarmente colpito.
Mi sembra razionalmente riassuntiva delle domande,
e dei dubbi, che ha un Investitore Intelligente quando
si accinge a prendere in mano, finalmente, il suo futuro
finanziario.

Ma invece di rispondere io, come ho fatto migliaia di
volte in questi anni di Finanza Democratica su Fw, ho
pensato che avreste potuto farlo voi.

Cosi’ ho inserito la lettera di Sergio Lippi, l’investitore
che comincia, nel mio Blog che moltissimi di voi gia’
frequentano:

http://www.finanzaworld.it/blog

Di seguito potete leggere le sue puntuali domande e
la risposta di Giuseppe Bravi, un Fwiano della prima ora.

Ovviamente aspetto anche le vostre risposte e,
come sempre, le vostre domande. Buona lettura.

-Sergio Lippi

Egregio Prof. Francesco Carlà,

Da alcuni mesi mi sono registrato nel suo sito e sto
ricevendo puntualmente la newsletter che cerco di
leggere e comprendere nei ritagli di tempo, non ho
ancora provato ad abbonarmi ai suoi servizi premium
perché incerto sulle mie possibilità di entrare da subito
a pieno nelle terminologie e tecniche d’investimento
finanziario.

Vorrei rubarle un po’ del suo tempo cercando
di mostrarle quale sia la mia situazione professionale,
familiare e finanziaria nella speranza di poter ricevere
qualche consiglio preliminare per chiarirmi alcuni
dubbi relativamente a vari argomenti (conto corrente,
strumenti, fiscalità, …) e trovare la giusta direzione
nell’investire i miei risparmi al fine di raggiungere una
discreta “felicità finanziaria”.

Personalmente ho una formazione tecnica, sono un
ingegnere elettronico impiegato come lavoratore
dipendente in un’azienda microelettronica, sposato
e con tre figli a carico dei quali il maggiore di appena 5
anni di età, con il desiderio di poter sbloccare quei
pochi risparmi posseduti dalla fase di stagnazione
in cui li ho abbandonati dopo le varie delusioni
ricevute affidandone la gestione ai consulenti della
banca dove ho aperto anni fa il mio conto corrente e
consentire una migliore sopravvivenza economica
alla mia famiglia.

Sinceramente essendo uno di quelli che si è ritrovato
buona parte dei propri risparmi bruciati dal crollo del
2001, dai pessimi consigli di tali consulenti stessi
(possedevo anche bond Parmalat), al momento ho
perso completamente fiducia, non riesco più a prendere
un’iniziativa in merito e sto commettendo il grave errore
di non investire.

Condivido quasi completamente le sue indicazioni
e pertanto sono consapevole che la miglior cosa sia
quella di poter diventare un investitore intelligente e
rendersi quindi autonomo nella gestione finanziaria
dei propri risparmi.

Qui purtroppo devo confermare però i timori di cui
anche lei ha riportato nella sua newsletter che mi
stanno trattenendo dall’operare, cioè mancanza di
tempo, paura di perdere quanto investito, mancanza
delle appropriate conoscenze, anche direi strumentali,
considerato che al momento non ho mai impiegato
il mio accesso on line in modo operativo sul mio conto
corrente, e così via.

Per questi motivi, le chiederei qualche consiglio per
potermi informare preliminarmente onde acquisire le
opportune nozioni finanziarie e strumentali per una
successiva sottoscrizione ai suoi servizi premium, di
cui in realtà mi piacerebbe avere qualche ulteriore
chiarimento, ad esempio non ho capito se sottoscrivendo
l’abbonamento è possibile ricevere indicazioni relative
a vari strumenti finanziari (azioni, ETF, obbligazioni,…)
e a come operare sui vari mercati, oppure è necessario
sottoscrivere diversi servizi con i relativi costi ?

Se volessi iniziare ad operare autonomamente sarebbe
opportuno aprire un conto on line (Fineco, IWBank,
qualche consiglio ? ) oppure rendere operativo l’internet
banking del mio attuale conto ?

Se volessi chiudere l’attuale conto e trasferire liquidità
e deposito titoli in un conto on line dovrei sostenere
spese preoccupanti o sostenibili, potrei in parte farlo
autonomamente o dovrebbe essere gestita l’intera
attività dai funzionari della banca ?

Al momento avrei qualche titolo/fondo decisamente
in perdita di cui incasserei minusvalenze e su cui
vorrei valutare la possibilità di riconvertirli, passandoli
in un nuovo deposito titoli come andrebbe gestito
il tutto dal punto di vista fiscale ?

Questo e molto altro ovviamente, sono consapevole
che per darmi qualche risposta avrebbe bisogno di
conoscere meglio la mia situazione, ma è un primo
tentativo di contattarla e di avere qualche indicazione
per poter destare i miei risparmi dall’attuale condizione.

Nell’attesa di una sua eventuale risposta, la ringrazio
sinceramente per quanto potrà suggerirmi nella
speranza che ciò possa rendermi quanto prima
operativo e le porgo i miei distinti saluti.

-Giuseppe Bravi

“Wow… non è semplice rispondere a così tante domande
articolate e precise.

Innanzitutto Sergio (ovviamente uso il tu) :D , diciamo che
lasciare i soldi a marcire sul conto per le botte prese in
passato è un pò come non andare più in bicicletta perchè
sei caduto.

Ok … le ferite fanno male… e avrai anche le croste sulle
ginocchia, ma se non risali dimenticati di poter pedalare
da solo… :)

Ti rispondo per la mia esperienza.

Prima di investire con soldi miei ho fatto due anni di
“praticantato” usando yahoo finance.

In pratica ho creato i miei portafogli come se fossi un ricco
magnate e compravo e vendevo seguendo le informazioni
premium.

L’abbonamento è il vero e proprio investimento… e lo
ricavi semplicemente rinunciando ad un corrispondente
esborso (per quanto mi riguarda rinunciando a riviste
e cappuccino al bar) :) .

Dopo i due anni mi sentivo “abbastanza” preparato
e ho cominciato.

Ho BancaIntesa e il banking on line è molto soddisfacente,
a mio avviso, ma dopo qualche tentativo di trading ho
abbandonato immediatamente l’idea di usarla per gli
investimenti.

Adesso ho Fineco e se fai qualche ricerca sul blog trovi
tanti pareri e mai tutti concordi. Non credo esista la banca
perfetta, ma mi ci trovo bene.

Per quanto riguarda il “trasloco” da altra banca… conviene
che tu ti informi al call center di Fineco o di qualsiasi banca
vorrai usare.

Mentre per quanto riguarda le minusvalenze… e’ d’uopo
chiedere al commercialista anche esponendo la tua
situazione generale.

Per ora non mi viene in mente altro… ah si… io ho
due bimbe e la più grande ha 6 anni.. quindi… capisco
bene la tua mancanza di tempo… e ti dirò che dopo
l’impatto iniziale… con un’oretta a settimana riesci
a gestire tutto senza patemi d’animo…

Devi solo fare attenzione a due cose:

1 Non perdere di vista la tua email per gli alert di Fw del
professor Carla’;
2 Tieni SEMPRE presente il suo collaudatissimo Metodo
per evitare altri scossoni.

Davvero non serve altro.”

Mi piacerebbe tanto sapere se Sergio Lippi ha cominciato
la Maratona e se altri Fwiani lo hanno fatto seguendo le
indicazioni di Bravi.

In questo caso vorrei mi scrivessero a: f.carla@finanzaworld.it
Le loro considerazioni sono come sempre preziosissime
per noi.

Un caro saluto a tutti Vs,
Francesco Carla’

Iniziate anche voi la Maratona dell’Investimento
con tutti gli strumenti indispensabili per il buon
Maratoneta: la versione completa del Master VIDEO
“Investi Personalmente” con Francesco Carlà
(cliccando qui potete vedere gratis la prima delle
30 lezioni), il libro di Francesco Carlà “La Finanza
Democratica” e un anno di abbonamento a tutti i
fondamentali servizi Premium, il tutto in un pacchetto
unico e vantaggioso!

Cliccate subito qui per non perdere questa occasione:
http://www.finanzaworld.it/product/view/223822f24702
3184c5e11bff551640f0a9c

“Datemi i miei soldi indietro!”

venerdì, febbraio 4th, 2011

Ecco “Affari Nostri” di lunedì per gli affezionati
Fwiani Bloggers. Buona lettura.

” La lettera che ho ricevuto da Marco B. racconta
una storia interessante. Lascio la parola a lui
e ne parliamo subito dopo. Buona lettura.

-Marco B.
Ciao Francesco, mi presento “sinteticamente”,
sono Marco B. un tuo prossimo abbonato. Ho gia’
provato l’abbonamento nel mese di luglio 2010.

Dico prossimo perche’ prima devo riuscire a
sbloccare la situazione con i miei ex gestori.

In due parole e’ successo che dopo la chiusura
della filiale di Pescara a cui mi ero rivolto per la
consulenza e gestione, i medesimi sembrano ostacolare
la mia volonta’ di cambiare.

In sostanza, da circa un mese, non so chi sta gestendo
il portafoglio (circa 160m Euro). Chiamate e raccomandate
per ora non hanno funzionato. Se continua cosi’ dovro’
per forza di cose andare di persona nella sede di Milano.

Ti e’ mai capitato sentire di una situazione simile?

-Francesco Carla’
In sostanza Marco B. sta incontrando un certo ostruzionismo,
per usare un eufemismo.

La lettera e’ firmata per esteso, ma ho  concordato con lui
di non rendere pubblico il cognome.

Marco mi chiede se mi sia mai capitato di sentire di situazioni
analoghe alla sua. La risposta e’ si’, parecchie volte.

Succede per due ragioni. La prima e’ commerciale: a nessuno
piace perdere un cliente. La seconda e’ psicologica: perdere
un cliente fa perdere altri clienti, e cosi’ via in spirale.

Che fare? Prima di tutto una cosa che andava fatta prima:
leggere bene sul contratto i tempi e i modi dell’uscita.
In modo da non prendere impegni involontari e antipatici.

Adesso? Insistere con decisione e sottolineando i diritti
previsti negli accordi. Compreso quello di cambiare.

Anzi quello per primo.

Ma vorrei anche approfittare di questa occasione per
chiedervi: avete mai avuto anche voi problemi di ostruzionismo?

Scrivetemi a: f.carla@finanzaworld.it

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Iniziate anche voi la Maratona dell’Investimento
con tutti gli strumenti indispensabili per il buon
Maratoneta: la versione completa del Master VIDEO
“Investi Personalmente” con Francesco Carlà
(cliccando qui potete vedere gratis la prima delle
30 lezioni), il libro di Francesco Carlà “La Finanza
Democratica” e un anno di abbonamento a tutti i
fondamentali servizi Premium, il tutto in un pacchetto
unico e vantaggioso!

Cliccate subito qui per non perdere questa occasione:
http://www.finanzaworld.it/product/view/223822f24702
3184c5e11bff551640f0a9c

Arriva l’Inflazione o la Stagflazione?

martedì, febbraio 1st, 2011

Ne parlavo ieri con Lodovico che ormai ha quasi 17 anni ed e’ sempre piu’ interessato alle vicende economiche e finanziarie. Gli spiegavo che l’inflazione e’ inevitabile quando due fenomeni si mettono in moto: si stampa (e si crea) liquidita’ e si aumenta la moneta in circolazione. Si cresce molto velocemente e quindi si creano aspettative per aumento di salari, dei prezzi delle materie prime e delle commodities. Esattamente quello che fin dal 2008 ho raccontato ai Fwiani Premium e anche ai Fwiani Bloggers. Oggi i nodi stanno venendo al pettine e l’Asia sta cercando, disperatamente, di fronteggiare l’inflazione a casa sua. Mentre in Europa e Usa la stiamo importando. Solo che in Italia l’inflazione (gli aumenti dei prezzi dell’energia, dell’alimentazione, dei servizi e di tante altre cose sono sotto gli occhi di tutti) non si abbina alla crescita, ma alla stagnazione economica reale. +1% previsto dall’Ocse e forse andra’ pure peggio nel 2011. In queste condizioni quali sono le mosse giuste per l’Investitore Intelligente? Vorrei ne discutessimo insieme.




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757 - Finanza World e' una testata giornalistica fondata e Diretta da Francesco Carla'


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: