Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti, e sui servizi finanziari, e non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Guarda GRATIS le prime 3 lezioni!

Clicca subito sui seguenti link:
- Lezione 1 - Livello Iniziale
- Lezione 11 - Livello Intermedio
- Lezione 21 - Livello Avanzato

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


Master Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra


Archivio di novembre, 2010

Azioni, Irlanda e la Crisi

venerdì, novembre 26th, 2010

Come di consueto, pubblico in anteprima,
per gli affezionati Fwiani Bloggers, “Affari
Nostri” di lunedì prossimo. Buona lettura.

” Il 13 ottobre del 2008, in piena SuperCrisi
americana, scrivevo una newslettera per
rispondere all’ansia dei Fwiani piu’ novellini,
quelli che non avevano ancora incontrato
sulla loro strada l’Orso scatenato.

In questi due anni sono successe parecchie
cose, ma due sono quelle decisive:

1 Il contagio Usa si e’ esteso all’Europa:
Grecia, Irlanda, i PIIGs etc etc;

2 Dall’Orso delle Borse i Traders ci hanno
rimesso e i Maratoneti di Finanza World
ci hanno guadagnato. Molto.

I Fwiani Premium lo sanno gia’ davvero bene,
ma “Affari nostri” viene letta ogni settimana
da oltre 350.000 persone, anche non Fwiani.

Soprattutto per loro ripubblico la newslettera
di due anni fa, senza altri commenti. Anzi uno
me lo consentirete: “In Borsa con Carla‘” (IBCC),
il servizio Premium di Fw dedicato a Wall Street,
in questi 2 anni ha portato a casa un raddoppio
rispetto a quello che leggerete qui sotto.

100.000 euro investiti seguendo IBCC oggi
sarebbero diventati 200.000.

E questo senza nemmeno contare i dividendi.
Molti. E un altro +4% guadagnato grazie al dollaro.

Buona lettura.

Come finisce la Grande Crisi del 2008?
del 13/10/2008
http://www.finanzaworld.it/content/read/9935/come-finisce-la-grande-crisi-del-2008

“L’indice S&P 500 di Wall Street ha perso il 18.2%
la settimana passata. La peggiore dal 1933.

Nel 2008 l’indice piu’ rappresentativo della Borsa
americana, appunto ancora l’S&P 500, e’ crollato
(stavolta il verbo e’ quello giusto, mentre quasi
sempre veniva usato a sproposito) del 38.8%.

Il peggior declino annuale dal 1937.

Negli ultimi cinque anni “In Borsa con Carla“,
il servizio premium di Finanza World dedicato
a Wall Street e che chiamiamo per brevita’ IBCC,
ha restituito il +59%, mentre nello stesso
periodo l’S&P 500 e’ sotto del -10%. 69 punti a Zero.

Il rapporto dollaro/euro e’ a quota -6%.

A giudicarlo dalle statistiche che vi ho appena
riportato, questo e’ uno dei Grandi Crash
della storia di Wall Street e delle Borse.

La domanda di tutti af.carla@finanzaworld.it e’:
Come finisce la Grande Crisi del 2008?

Ragioniamo insieme.

Questo e’ il mio quarto grosso bear market: 1987, 2000, 2001, 2008.
Ma ne ho vissuti tanti altri meno importanti e non per questo meno
violenti, anche se magari di durata piu’ breve. E conosco bene
la storia di tutti i bull e i bear markets della storia delle Borse.

Hanno in comune tutti la stessa cosa: euforia e depressione.

-Toro
In preda all’euforia le persone comprano partecipazioni
in societa’, e in business, che non valgono nemmeno la meta’
della meta’ di quello che costano. O spesso non valgono nulla.

-Orso
In preda alla depressione le persone vendono azioni di business
che valgono di sola cassa e/o di solo patrimonio, quello che
provvisoriamente costano. Ma in quel momento a nessuno o a pochi importa.

Nel primo caso tutti pensano che il Toro non andra’ mai via.
Nel secondo tutti pensano che l’Orso non smettera’ mai di mordere.

Depressione ed euforia non sono emozioni da Investitore, sono condizioni
psicologiche di chi non ha un Piano, non ha una Strategia, non ha un Metodo
e non ha nessuna attitudine personale ed esistenziale all’investimento.

Vede solo il day by day: il saggio gli indica la luna e lui guarda il dito.

La Maratona e’ una strategia di lungo periodo:
10, 20, 30 o piu’ (ancora meglio) anni.

Per correre una Maratona ci vuole un piano, una tattica flessibile che punti
ad arrivare al traguardo. Il bello della Maratona rispetto allo Sprint e’ che
tutti vincono se riescono ad arrivare in fondo.

Basta chiederlo a chi ha finito una Maratona.

Ma non si puo’ arrivare in fondo alla Maratona
senza una Strategia, una Tattica e senza un Metodo.

Correre una Maratona dell’Investimento significa dare per
scontato di dover passare attraverso euforie (i Tori) e depressioni
(gli Orsi). Significa dare per sicuro di dover vedere Aspiranti
Vincitori diventare TopVincitori, e spesso SuperTopVincitori,
e magari poi retrocedere di nuovo ad Aspiranti e perderli per strada
per uno stop loss, come compagni di corsa che non reggono
il ritmo e restano indietro fino al ritiro.

Ma significa anche vedere Aspiranti diventare Top, e poi SuperTop,
e prendere profitto al tempo giusto, guidati dal Frullatore (la parte
analitica e valutativa del mio Metodo).

Durante la Maratona si puo’ anche stare molto liquidi se la cosa ha senso.

Correre bene una Maratona significa saper contenere i momenti
duri (i crampi) che ci sono sempre. Cioe’ proteggere il meglio
possibile il capitale con la gradualita’ dell’entrata e con
gli stop loss del mio Metodo.

Ma significa anche saper approfittare dei momenti buoni e delle
buone valutazioni, del buon sentiment, prendendo tutto il vantaggio
possibile sui nostri avversari e guadagnare terreno sull’indice
di riferimento, come stiamo facendo in tutti i servizi premium
di Finanza World da quando sono nati.

Il terreno sugli indici, in questi anni, l’abbiamo guadagnato
lasciando correre i TopVincitori, e proteggendo il capitale.
Inserendo solo pochissimi nuovi Aspiranti nel 2008, un momento
di sentiment disastroso, e stoppando i perdenti anche quando
le valutazioni erano buonissime.

Com’e’ successo di recente.

Qualunque Maratoneta dell’Investimento degno di questo nome,
ha ben presenti queste cose. Buffett, il Maratoneta piu’ famoso
del mondo, ha preso profitto su Petrochina, con un enorme guadagno,
quando era vicina ai suoi massimi, oltre 200 dollari per azione.

Oggi ne vale meno di 80.

Ma gli e’ successo tante volte anche il contrario: investire
in societa’ che gli sembravano a sconto, complete di quel
margine di sicurezza che Graham pretendeva, per poi
vederle affondare sotto i suoi occhi come due che ha messo
di recente in portafoglio: entrambe sotto del 50%.

Ma in questo caso si tratta di business che prendono
percentuali davvero molto piccole del suo pfolio. Un pfolio
che non e’ composto di tanti business, considerando
le immense risorse a sua disposizione, ma di poche e
studiatissime societa’ che sanno fare meglio del mercato.

Warren ha sempre sostenuto, e io con lui, che ‘La diversificazione
e’ l’assicurazione sull’ignoranza’. Un’assicurazione che
spesso non paga per niente. Sia quando si sale che quando si scende.

Ecco perche’ Buffett in questi giorni e’ tornato ad essere
l’uomo piu’ ricco del mondo, l’unico ad esserlo diventato
senza aver creato Windows o Google, senza aver
lucrato sul petrolio russo, o tramato per conquistare
le societa’ di telecomunicazione dell’America latina.

Ma allora: “Come finisce la Grande Crisi del 2008?”

Finisce al solito modo: l’Investitore Intelligente
vincera’ e continuera’ tranquillamente la sua Maratona,
mentre il trader improvvisato, e senza strategia,
perdera’ in modo rovinoso.

Se volete cominciare la Maratona questo e’ il momento
perfetto: cliccate qui per raggiungermi subito.

Se invece la Maratona la state gia’ correndo e il 2008
vi fa pensare alla fine del mondo: animo, il mondo continua.”

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Oggi potete cominciare la vostra Maratona dell’Investimento,
con uno sconto fino al 65%, acquistando uno dei nuovi
pacchetti “FW Premium Maratona” comprensivi di 6 servizi
annuali (IBCC, IBII, InvInt, Obbligazioni, Watchlist America
e Watchlist Italia) più il libro del Prof. Carlà “La Finanza
Democratica”.

Potete acquistare subito il pacchetto “FW Premium Maratona”
anche nel caso siate gia’ iscritti ad alcuni servizi: la durata
degli abbonamenti gia’ attivi verra’ infatti prolungata
automaticamente a partire dalla loro scadenza.

Per i servizi ai quali non siete ancora abbonato, invece,
l’abbonamento partira’ dal giorno di attivazione del pacchetto
“FW Premium Maratona”

Vi basta cliccare su uno dei seguenti link:

- FW Premium Maratona 6 Mesi: € 748
- FW Premium Maratona 1 Anno: € 1148
- FW Premium Maratona 2 Anni: € 1996
- FW Premium Maratona 3 Anni: € 2898
- FW Premium Maratona 5 Anni: € 4595

Come andranno le Azioni in Italia nel 2011?

venerdì, novembre 19th, 2010

A beneficio di tutti i Fwiani Bloggers,
pubblico in anteprima il prossimo
numero di “Affari Nostri”.
Buona lettura.

” Non manca molto alla fine del 2010
e forse e’ gia’ quasi tempo di bilanci.

Volete sapere come sta andando?

Basta dare un’occhiata alla Borsa di Milano:
-8% dall’inizio dell’anno. A parte il rimbalzo
del 2009, questa sarebbe la terza volta
che le cose vanno male a Piazza Affari:

-7% nel 2007 e addirittura -50% nel 2008.

Ma e’ giusto dire che le cose vanno male
nella Borsa Italiana e in Italia? No, non
e’ giusto per niente, anzi non e’ vero.

Ci sono due Italie anche in Borsa.

C’e’ l’Italia dell’indice FTSE MIB (banche,
assicurazioni, grandi aziende oberate da
mille pesi e costi improduttivi).

Questa Italia va molto male e ha fatto perdere
agli azionisti il 41% dal gennaio 2006 ad oggi.

100.000 euro investiti in un fondo del genere
sono diventati oggi meno di 59.000, compresi
i dividendi che, peraltro, spesso non hanno
neppure pagato.

Poi c’e’ l’Italia di IBII, “In Borsa in Italia“,
il servizio Premium di Finanza World completamente
dedicato alla Borsa Italiana.

Una Italia che esiste anche in Borsa, le piccole
e medie aziende che hanno fatto grande il nostro
Paese e che rappresentano il secondo esportatore
europeo e uno dei primi 5 a livello mondiale.

Solo e sempre queste aziende abbiamo scovato e
inserito nel nostro portafoglio in questi 5 anni.

Risultato? Giudicatelo voi stessi:

*2010: IBII +19% (Indice -8%)
*Totale da gen 2006: IBII +36% (Indice -41%)

Media annuale di questi 5 anni: IBII +7,13% (Indice -8,24%)

I 100.000 euro di cui sopra, investiti
nell’Italia di IBII sono diventati 136.000,
piu’ del doppio rispetto all’Italia del FTSE MIB.

Morale: il 2010 e’ andato male per chi
ha investito sull’Italia dell’Indice FTSE MIB
e bene, molto bene lasciatemelo dire, per
chi ha investito sull’Italia che produce ed esporta.

Quella che stiamo chiamando: l’Italia di IBII.

E il 2011? Come andra’ il 2011 nella Borsa Italiana?

L’Indice FTSE MIB mettera’ in scena un grande
recupero, oppure avra’ un altro anno negativo
come quasi sempre gli e’ accaduto di recente?

L’Italia di IBII fara’ per l’ennesima volta
meglio dell’Indice, aumentera’ il distacco in
quella che noi di Fw chiamiamo la Maratona Italiana?

Lo vedremo insieme nelle prossime settimane
e nei prossimi mesi. Come sempre.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Abbiamo lanciato  il Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà
, l’esclusivo videocorso in 30 lezioni
per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente
i tuoi Investimenti.

Acquistalo subito. Puoi scegliere tra tre Livelli, Iniziale,
Intermedio ed Avanzato
, oppure risparmiare acquistando
il pacchetto completo (tutte le 30 lezioni): per te uno sconto
di € 46!

Clicca subito sui seguenti link:

- Tutto il Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà: CLICCA QUI

- Livello Iniziale del Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà: CLICCA QUI

- Livello Intermedio del Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà: CLICCA QUI

- Livello Avanzato del Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà: CLICCA QUI

Per maggiori informazioni puoi scrivere
a premium@finanzaworld.it oppure cliccare qui

Si poteva prevedere in tempo la Bolla Mattonata?

venerdì, novembre 12th, 2010

Ecco “Affari Nostri” di lunedì prossimo, in anteprima
per gli affezionati Fwiani Bloggers. Buona lettura.

” Scrivevo questa newslettera il 20 febbraio del 2006.

Erano gia’ parecchi mesi che denunciavo il problema
della Bolla Mutuata (Mutui facili e “derivati”) e, di conseguenza,
della Bolla Mattonata: prezzi in boom anche per immobili
che non valevano i vostri (nostri) soldi.

Si sa com’e’ andata a finire, anche nel nostro Paese
dove non ci sono forse stati i crolli americani e spagnoli,
ma la crisi del mattone si e’ sentita (si sente) eccome.

Si poteva prevedere questa come altre Bolle?
Buona lettura e giudicare voi.

“Come sapete sono alcuni mesi che
segnalo il problema della Bolla Mattonata.

I prezzi degli immobili sono cresciuti
in modo esagerato negli ultimi anni,
diciamo soprattutto negli ultimi 5 o 6,
per parecchie ragioni che ho
sottolineato in molte occasioni.

Queste che seguono sono le piu’ importanti:

1 Passaggio all’euro
2 Inflazione reale elevata
3 Scudo fiscale di Tremonti
4 Tassi bassi per i mutui
5 Grande quantita’ di ‘nero’ in circolazione
6 Alti prezzi d’affitto
7 Percezione di scarse opzioni di investimento

Come vedete le ragioni sono tante e diverse tra loro.

La BCE, Banca Centrale Europea, si e’ appena
accorta del problema Bolla Mattonata, e ha
emesso una specie di Warning, un allarme che
potrebbe essere letto cosi’:

“Potremmo dover alzare i tassi di interesse
per evitare che l’inflazione, dovuta al caro
energetico e all’inefficienza dei sistemi
continentali, deragli la gia’ scarsa crescita
e generi aumenti dei prezzi sempre maggiori.

Se lo faremo, il maggior costo dei mutui potrebbe
essere il catalizzatore che fa calare i prezzi degli immobili italiani.”

Questa e’ la mia traduzione del
linguaggio BCE che e’ molto piu’
criptico e, volutamente, meno
intellegibile e rassicurante.

Sento gia’ la vostra domanda:
“Ma allora cosa dovremmo fare con i nostri immobili?”

Ci sono due possibilita’ per come la vedo io:

1 Avete comprato da 5 a 2 anni fa per investire.
Allora probabilmente siete di fronte ad un
cospicuo profitto. Se i vostri immobili non
rendono abbastanza per pagare l’eventuale
indebitamento, allora potreste smobilizzarne
una parte per solidificare i vostri profitti
e investirli in qualcosa altro;

2 Avete comprato per vivere nella vostra casa
almeno per una decina o piu’ anni.
Dormite tranquilli e non pensate alla Bolla
Mattonata perche’ non riguarda voi.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’
Abbiamo lanciato  il Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà
, l’esclusivo videocorso in 30 lezioni
per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente
i tuoi Investimenti.

Acquistalo subito. Puoi scegliere tra tre Livelli, Iniziale,
Intermedio ed Avanzato
, oppure risparmiare acquistando
il pacchetto completo (tutte le 30 lezioni): per te uno sconto
di € 46 più i tre esclusivi pdf
con tutte le puntate di ciascun
livello!

Clicca subito sui seguenti link:

- Tutto il Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà (più gli esclusivi pdf di ciascun
livello
): CLICCA QUI

- Livello Iniziale del Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà: CLICCA QUI

- Livello Intermedio del Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà: CLICCA QUI

- Livello Avanzato del Master VIDEO on line “Investi Personalmente”
con Francesco Carlà: CLICCA QUI

Per maggiori informazioni puoi scrivere
a premium@finanzaworld.it oppure cliccare qui

Anche le obbligazioni ci vogliono

venerdì, novembre 5th, 2010

Come di consueto, pubblico in anteprima, per
gli affezionati Fwiani Bloggers, “Affari Nostri”
di lunedì prossimo. Buona lettura.

” Oltre i 70 anni dovreste avere soprattutto Obbligazioni
a meno che non abbiate, come Buffett, intenzione di
passare le vostre azioni a figli e nipoti.

In questo caso siate ben certi che figli e nipoti
abbiano da voi anche la giusta educazione sulla
Maratona di Fw che tanto bene ha fatto ai nostri
portafogli in questi ultimi 11 anni:

-Maratona Americana di IBCC dall’inizio (gen 2004):
Noi: +122%, Loro (indici di riferimento): +8%.
(a noi bisogna aggiungere i dividendi, a loro no perche’ ci sono gia’)

-Maratona ETF di Investitore Intelligente dall’inizio (gen 2005):
Noi: +50%, Loro: +1%.

-Maratona Italiana di IBII dall’inizio (gen 2006):
Noi: +37%, Loro: -42%.

Ma anche prima dei 70 anni, sarebbe bene avere
in pfolio una certa percentuale di obbligazioni,
bonds, per equilibrare i vostri investimenti e
tenere a bada la vostra psicologia.

In questo numero voglio farvi due regali:

1 Le regole di Fw per l’asset allocation, cioe’ il modo
secondo noi giusto per dividere, in funzione della
vostra eta’ e della vostra psicologia, gli strumenti
di investimento;

2 Una parte di un’edizione di Obbligazioni
Italia & Euro
, il nostro servizio Premium con portafoglio,
tutto dedicato all’investimento a reddito fisso che sta
battendo (anche in questo caso) gli indici di riferimento
di parecchi punti in percentuale.

Buona lettura a tutti, Vs. Francesco Carla’.

- Finanza World Asset Allocation

Che tipo di Investitore sei? Psicologia ed eta’

Molti abbonati ci chiedono come dividere gli investimenti.
Questa operazione si chiama, in complicato linguaggio
finanziario, Asset allocation. In realta’ la fanno
difficile per far capire poco. Ecco come la vede Fw.

Che tipo di Investitore sei?

1 psicologia ansiosa oppure eta’ oltre i 70 anni:
cash/monetario (20%), obblig/reddito fisso (50%)
azioni e etf/fondi (30%)

2 psicologia tranquilla oppure eta’ dai 50 ai 69 anni:
cash/monetario (15%), obblig/reddito
fisso (40%) azioni e etf/fondi (45%)

3 psicologia aggressiva oppure eta’ dai 20 ai 49
anni: cash/monetario 5%, obblig/reddito fisso 30%
azioni e etf/fondi 65%

- Obbligazioni Italia & Euro (febbraio 2007)
La settimana appena passata è stata particolarmente
difficile sui mercati finanziari, in particolare azionari.

Il 27 febbraio, sulla scia della maggiore perdita
del mercato azionario cinese degli ultimi dieci
anni, tutti i mercati europei ed americani
hanno subito cali rilevanti.

E i giorni seguenti la cosa non è migliorata. In
circa tre giorni, hanno perso tutto quanto avevano
guadagnato da dicembre ad oggi.

Durante questo scossone, il nostro portafoglio
obbligazionario ha svolto al meglio la sua funzione,
quello di dare stabilità agli investimenti.

Con gli investitori che cercano di “parcheggiare” i
loro capitali su lidi più sicuri durante queste fasi
di alta volatilità, le obbligazioni hanno visto aumentare
la domanda e i tassi che si formano sul mercato
si sono ridotti leggermente, favorendo la crescita
dei titoli a scadenza più lunga.

Questo è il motivo per cui noi di Finanza World
suggeriamo sempre di detenere un po’ di obbligazioni
in portafoglio. Quando le quotazioni azionarie
scendono, la componente obbligazionaria è in
grado di equilibrare il portafoglio.

E infatti, mentre le scorse settimane le azioni sono scese,
di un bel po’ il portafoglio di Obbligazioni Italia & Euro
ha registrato un tranquillo e stabile progresso.

Non dimenticate mai le Obbligazioni nella Maratona dell’Investimento.”

Potete scoprire subito il mio portafoglio di Fw Obbligazioni,
gratis e senza nessun impegno, cliccando qui:
http://www.finanzaworld.it/product/view/1340aa9983f2fe7de5e0b99db114f72e46b




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757 - Finanza World e' una testata giornalistica fondata e Diretta da Francesco Carla'


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: