Tutto quello che avresti voluto sapere sul denaro, sul risparmio, sugli investimenti, e sui servizi finanziari, e non hai mai osato chiedere!


di Francesco Carla'
Il Master "Investi Personalmente" con Francesco Carla' e' l'esclusivo videocorso in 30 lezioni per imparare a gestire in modo Autonomo e Indipendente i propri Investimenti.

CLICCA QUI per saperne di piu'.

Guarda GRATIS le prime 3 lezioni!

Clicca subito sui seguenti link:
- Lezione 1 - Livello Iniziale
- Lezione 11 - Livello Intermedio
- Lezione 21 - Livello Avanzato

Da Zero A Investitore Intelligente

Consulta subito
l'edizione digitale


Master Live con
Francesco Carla'
>> Entra

Scopri tutti gli
strumenti per fare
di te un investitore
>> Entra


Archivio di dicembre, 2009

Il 2010 ha ancora l’Oro in bocca?

giovedì, dicembre 31st, 2009

Come ogni venerdì, pubblico in anteprima
il prossimo numero di “Affari Nostri” a beneficio
di tutti gli affezionati Fwiani Bloggers.
Buona lettura.

Quasi 6 anni fa scrivevo questo report speciale
riservato agli abbonati premium ad
InvestitoreIntelligente ETF & Global” il
servizio di Finanza World dedicato agli
ETF e all’investimento globale.

Era un’analisi sulla nuova possibilita’ che c’era
data, di investire in lingotti d’oro, e non in societa’
che estraggono o lavorano il prezioso metallo,
grazie ad un ETF che inserivo nel portafoglio di InvInt.

Un bel po’ di tempo dopo quell’ETF ha portato a
casa un rendimento di oltre il +150% circa e, siccome
nel frattempo lo abbiamo armonizzato usando
un ETF europeo, si tratta di un rendimento netto
e reale che tiene conto anche della flessione del dollaro.

Buona lettura.

“Il dollaro e l’oro viaggiano separati.

Per questo molti abbonati chiedono a Francesco
Carla’ se abbia senso investire nel prezioso
metallo di questi tempi e come si puo’ fare.
Buona lettura.

‘L’oro e’ la moneta pesante come dicevano gli antichi.

Nel senso che la moneta d’oro era quella destinata
ad acquistare maggior valore nel tempo, e anche per
questo chi ‘tosava’ le monete d’oro poteva spesso
finire sulla forca, molto peggio di un falsario.

Da tempo si puo’ investire in oro con un ETF.

E non sto parlando di un ETF (vuol dire, come sapete,
Exchange Traded Fund, un fondo d’investimento con spese
annuali molto basse, quotato, liquido e trattato
come un titolo azionario. Si veda la rubrica 3 per
maggiori informazioni sul tema ETF) che simula
un paniere di societa’ legate all’oro e alla sua
catena del valore, ma proprio di un ETF che investe
in lingotti d’oro, in bullions come dicono in America.

Investire in lingotti era sempre stato difficile finora.

E quindi l’ETF rimedia al problema e consente a
chiunque di inserire, facilmente, nel proprio portafoglio
anche questo genere di investimenti che ha anche il
vantaggio di essere poco o nulla correlato alle
performances di azioni e obbligazioni e percio’
puo’ ridurre la volatilita’.

E’ un ETF in dollari, con il conseguente rischio cambio.

L’ETF si chiama StreetTracks Gold Trust (NYSE: GLD),
e in pochissimo tempo ha attirato quasi 2 miliardi
di dollari di capitale, e ovviamente gli ha giovato
il timing perfetto del lancio, in coincidenza con
un periodo di nuovi massimi per il metallo giallo.

Anche il ticker, il simbolo con cui questo ETF e’
quotato al Nyse, GLD cioe’ le consonanti della parola GOLD,
e’ stato una buona idea di comunicazione e memoria.

Ma la domanda chiave e’: ha senso, adesso, investire in oro?

Come vi raccontavo prima, si puo’ investire in oro
in due modi: acquistando titoli di societa’ collegate
all’oro, oppure investendo direttamente nel materiale,
comprando lingotti come si puo’ fare con l’ETF (Nyse-GLD).

I due investimenti sono molto diversi tra loro.

Nel primo caso avrete tre volte piu’ volatilita’,
ma potrete portare a casa dividendi se le societa’
che avrete scelto ne distribuiscono e di solito
avrete anche una ascesa piu’ rapida se il timing
e’ favorevole.

Nel secondo caso non avrete dividendi, ma avrete
molta meno volatilita’ nel prezzo rispetto alle azioni.

In tutti e due i casi ricordate che l’oro e’ incostante.

Pensate che negli anni settanta ha avuto un periodo
di fenomenale boom, volando dai 35$ l’oncia del 1971,
ai 700$ l’oncia del 1980. Il che significa un profitto
medio annuale del 38% durante il periodo.

Grazie a Nixon, all’inflazione e ad altri motivi.

Ne nacque una gigantesca bolla dorata che, come nel
caso delle mille bolle blu, fu seguita da un ventennio
di vacche assai magre. Fino al ritorno di fiamma in
questo periodo, di nuovo dovuto al crollo del dollaro
e alla inflazione di moneta e liquidita’ Usa.

Il dollaro e l’oro vanno spesso per strade diverse.

E questo succede perche’, mentre il dollaro e’ la moneta
strategica e manipolabile per eccellenza, l’oro e’
relativamente stabile e quindi poco soggetto a fluttuazioni
legate al rapporto tra domanda ed offerta.

Infatti l’oro e’ salito molto sul $ (60%) e poco sull’€ (10%).

Insomma ci sono periodi in cui conviene investire in
oro e periodi in cui non conviene farlo. I movimenti
del dollaro e di altre monete chiave, tra cui appunto
l’euro, sono una specie di bussola utile per capire.

Per questo il prezzo dell’oro puo’ essere visto anche
come un barometro dell’inflazione. Nel rapporto con
il dollaro, per esempio, il recente rincaro fino al
prezzo attuale di 450$ l’oncia, si spiega con la grande
quantita’ di moneta USA che Greenspan ha iniettato nel
sistema per sostenere la crescita e finanziare i debiti.

Quindi, a 450$ l’oncia, potrebbe essere ancora interessante’.”

Adesso, gennaio 2010, l’oro ha superato i 1100
dollari l’oncia e gli abbonati premium ad InvInt
hanno ricevuto istruzioni precise su come cavalcare
a dovere le tendenze piu’ importanti per l’anno nuovo.

Potete conoscerle anche voi gratis cliccando qui:

In Borsa Con Carlà

In Borsa In Italia

InvestitoreIntelligente ETF&Global

FW Obbligazioni Italia&Euro

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Restano ancora pochi giorni per mettersi al riparo
dai rincari del 2010 su alcuni dei nostri servizi Premium.

Potete farlo subito acquistando il nuovo pacchetto
annuale “FW Premium Maratona”.

“FW Premium Maratona” è l’abbonamento annuale a 6
servizi Premium (“In Borsa Con Carlà”,”In Borsa In Italia”,
“Investitore Intelligente ETF&Global”,”FW Obbligazioni
Italia&Euro” “Watchlist America” e “Watchlist Italia”)
più l’ultimo libro del Prof. Carlà “La Finanza Democratica”
ad un prezzo eccezionale: 980 euro (anzichè € 2256).
Un risparmio netto di 1276 euro equivalente a oltre
il 56% di sconto.

Per aderire a questa offerta cliccate subito sul seguente link:
http://www.finanzaworld.it/product/view/17014a57525bdac
1fa590a6f324c0c7d51c

Auguri di Buone Feste

giovedì, dicembre 24th, 2009

Auguri di Buon Natale e
Felice Anno Nuovo a tutti
i FWiani e alle vostre famiglie
da parte mia e di tutto lo Staff
di FinanzaWorld.

Se solo mi aveste dato retta 12 mesi fa …

giovedì, dicembre 24th, 2009

Come di consueto, pubblico “Affari Nostri”
di lunedì prossimo, in anteprima per gli
affezionati Fwiani Bloggers. Buona lettura.

Per prima cosa vorrei fare a tutti
voi gli auguri di Buone Feste.

Un anno fa scrivevo questa newslettera
di Buon anno per raccomandarvi soprattutto
una cosa: cominciate ad investire subito.

Ecco cosa dicevo 12 mesi fa:

“Ci sono un paio di cose sicure nell’investimento
azionario. Nella newslettera di oggi sento l’urgenza
di sottolinearle per tutti i Fwiani:

La prima: il rifugio migliore per tenere alto il
potere d’acquisto dei nostri soldi, a medio
e a lungo termine, sono le azioni di buone societa’.

-100.000 euro investiti dal 2004 ad oggi nelle
buone societa’ di IBCC sarebbero diventati 160.000.

Gli stessi 100.000 euro investiti sull’indice
S&P 500 di New York sarebbero scesi a 90.000.

La seconda: i prezzi delle azioni, anche di societa’
buone e ottime, non sono mai stati cosi’ bassi da
15 anni a questa parte, e i dividendi cosi’ alti.

Una grande azienda Usa, una di quelle che
ho appena inserito in pfolio su IBCC, paga il 3,40%
di dividendo, tra l’altro con cadenza trimestrale,
e le sue azioni hanno perso il 31% dall’inizio
dell’anno, mentre ricavi e profitti sono cresciuti
rispettivamente del 9 e del 14%.

Davvero pensate che un gigante come questo possa
perdere il 30% dei ricavi e dei profitti nei
prossimi mesi di recessione? Ne dubito fortemente.

E’ per questo che ho appena inserito 4 nuove
societa’ nel portafoglio di “In Borsa con Carla’” (IBCC),
la newslettera premium tutta dedicata a Wall Street.

E’ per lo stesso motivo che di recente ho inserito
4 nuove societa’ nel portafoglio di “In Borsa
in Italia
” (IBII), la newslettera premium tutta
dedicata all’investimento azionario italiano.

E’ per una identica ragione che ci sono
tanti nuovi ETF e Titoli globali nel nostro
servizio premium “Investitore Intelligente
ETF & Global
” riservato agli investitori globali.

Adesso seguite per favore il mio ragionamento.

Se queste societa’ sono buone, pagano dividendi da
molti anni con regolarita’, in barba a cicli economici
e recessioni, e i prezzi delle loro azioni sono molto
piu’ bassi di quanto non fossero anni addietro,
cosa vuol dire secondo voi?

Secondo me vuol dire che cominciare ad investirci
in questo periodo puo’ essere una buona idea.

Sapete cosa dice Warren Buffet, vero?

“Siate avidi quando tutti sono paurosi, e paurosi
quando tutti sono avidi”.

E direi che piu’ paurosi di cosi’, in venti e piu’
anni di esperienza di Borsa, io gli investitori non
li ho decisamente mai visti.

Ragionamento semplice no?

Ma perche’ allora, direte voi, se il tuo ragionamento
e’ cosi’ semplice e non sembra avere punti di debolezza,
in cosi’ tanti continuano ostinatamente a vendere e le
azioni di tante societa’ a scendere?

E’ il paradosso apparente dell’investimento azionario:
tutti vogliono comprare quando i prezzi sono
cari o carissimi e c’e’ ressa alle entrate.

Perche’ dico che e’ un paradosso solo apparente?

Per una ragione semplicissima: pochi, in Italia pochissimi,
hanno davvero capito come funzionano le Borse. Altrimenti
per quale ragione si continuerebbe ad usare la terribile
espressione “Giocare in Borsa”?

Troppi continuano a pensare che esistano due modi,
entrambi possibili e validi, di essere in Borsa:

1 Entrare ed uscire, scommettere se il titolo pinco
o il titolo pallino crescera’ la prossima settimana,
usare la Borsa come un casino’. Sono i Centometristi.

2 Investire su societa’ buone a prezzi bassi, societa’
che pagano dividendi, che crescono regolarmente,
che hanno ricavi e profitti. Sono i Maratoneti.

Ma la verita’ e’ che il primo modo conduce invariabilmente
al disastro. Perche’ nessuno e’ in grado di prevedere
cosa fara’ il titolo pinco o il titolo pallino a breve
termine, e quindi i Centometristi fanno in Borsa esattamente
la stessa cosa che farebbero al casino’: puntano alla cieca.

Quindi, in realta’, non esistono due modi validi
di essere in Borsa, ma solo uno per chi vuole
davvero investire e non scommettere:

Scegliere buone societa’ a buon prezzo, avere un
Metodo, sposare la strategia e la logica che sta
dietro alla Maratona dell’Investimento Intelligente.

E questo, ricordatevene in futuro, passera’ alla
storia come un momento ideale per cominciare la
Maratona. Esattamente com’e’ stato per chi e’ partito
con me per la Maratona Usa (IBCC) a gennaio del
2004 e, cinque anni dopo, ha portato a casa un
profitto del 60% (piu’ dividendi), mentre l’indice S&P 500
di Wall Street, negli stessi 5 anni, ha perso il 10%.”

Sapete com’e’ andata a finire 12 mesi dopo?

Quelle 4 societa’ di IBCC di cui parlo in questa
newslettera hanno guadagnato, rispettivamente:

- Il +146% la societa’ dei viaggi on line Usa;
- Il +100% la societa’ dei viaggi on line Cina;
- Il +35% la societa’ delle bevande americana;
- Il +11% la societa’ farmaceutica Usa.

A questi profitti vanno aggiunti i dividendi.

E adesso? Pensate che il 2010 sara’ diverso?
Pensate che sia troppo tardi per godere di
investimenti simili fra 12 mesi?

Vi diro’ solo questo: ogni anno, negli ultimi
10 anni, Finanza World e i suoi servizi premium
hanno ottenuto risultati come questi e anche migliori.

Il momento per cominciare ad investire e’ … subito!

Un caro saluto a tutti e buon anno,
Vs. Francesco Carla’

Restano ancora pochi giorni per mettersi al riparo
dai rincari del 2010 su alcuni dei nostri servizi Premium.

Potete farlo subito acquistando il nuovo pacchetto
annuale “FW Premium Maratona”.

“FW Premium Maratona” è l’abbonamento annuale a 6
servizi Premium (“In Borsa Con Carlà”,”In Borsa In Italia”,
“Investitore Intelligente ETF&Global”,”FW Obbligazioni
Italia&Euro” “Watchlist America” e “Watchlist Italia”)
più l’ultimo libro del Prof. Carlà “La Finanza Democratica”
ad un prezzo eccezionale: 980 euro (anzichè € 2256).
Un risparmio netto di 1276 euro equivalente a oltre
il 56% di sconto.
Per aderire a questa offerta cliccate subito sul seguente link:
http://www.finanzaworld.it/product/view/17014a57525bdac
1fa590a6f324c0c7d51c

Il Natale e’ piu’ bello per i Fwiani Maratoneti

venerdì, dicembre 18th, 2009

Ecco “Affari Nostri” di lunedì prossimo,
in anteprima per gli affezionati Fwiani
Bloggers. Buona lettura.

Scrivevo il commento che state per leggere
esattamente 4 anni fa, il 5 dicembre del 2005.

Rileggere quello che scrivevo 4, 5, 10 o
anche piu’ anni prima, e’ un esercizio che faccio
(e vi propongo) spesso per almeno 3 ragioni:

1 Per vedere se gli scenari e le previsioni
si sono rivelate esatte o sbagliate;

2 Per vedere se qualcosa e’ cambiato, e se si’
in meglio o in peggio;

3 Per vedere se modificherei qualcosa in quello
che ho scritto oppure no.

In questo caso, rileggendomi, ho notato due cose:

1 L’inflazione reale si e’ molto calmata in questi
48 mesi, ma sara’ il nemico piu’ complicato da
battere molto presto. E i Fwiani premium sanno come;

2 L’infelicita’ finanziaria, con tutti i suoi perigli,
e’ molto aumentata specialmente per chi non ha
capito, e sono ancora troppi, che senza un piano,
una strategia e un Metodo e’ impossibile non cadere
nelle trappole costosissime della finanza barbara.

Alla fine non ho cambiato quasi nulla in questo testo:
mi e’ bastato modificare le date e inserire un piccolo
commento sul Metodo e sulla Maratona. E una tabella.

Buona lettura e Buon Natale.

-L’infelicita’ finanziaria e’ sempre piu’ diffusa.

E molta di questa infelicita’ dipende dalla
scarsa educazione al denaro che e’ derivata
da anni troppo facili, come quelli in cui
risparmiava ed investiva mio padre.

Oggi non e’ piu’ cosi’ e il boom dei prestiti,
delle carte di debito, dei mutui e delle rate,
insomma di tutti gli strumenti finanziari che
possono mettervi in trappola se usati male,
lo dimostra in modo evidente.

Ma la Felicita’ Finanziaria e’ molto importante
e puo’ essere raggiunta con interesse e passione.

E assai piu’ facilmente di quello che si puo’ credere.

Il primo a capirlo fu proprio Gesu’ Cristo che
non ebbe nessun problema ad usare una metafora
finanziaria, quella dei Talenti, nel Vangelo.

Lo dissi anche a Raffaele Morelli in una
nostra discussione al Costanzo Show.
E ne rimase scandalizzato perche’ il denaro
e’ ancora un tabu’ in Italia, e non fa fino parlarne.

Invece bisogna parlarne e capire.

Se non si vuole essere delle vittime
del denaro e del modo in cui il denaro
cambia apparentemente nel tempo,
pur restando sempre uguale a se stesso.

Ma ecco tre questioni decisive:

1 Perche’ risparmiare e’ sempre piu’ difficile?

Perche’ vivere costa molto. Un amico mi ha detto
una cosa di recente. “Tu vai in Cina e mi racconti
del boom che stanno vivendo da quelle parti.
Pero’ non capisco come facciano a vivere con
500 euro al mese?”

Dipende dal costo della loro vita.

Con 500 euro al mese a Shanghai te la passi bene
perche’ i loro soldi ‘valgono’ molto di piu’ dei
nostri. Con 5 o 10 euro paghi una bella cena per due
in un ristorante nel centro di Shanghai.

A Milano devi spendere 10 o 20 volte tanto.

Quindi 500 euro a Shanghai possono somigliare
a 5000 euro a Milano. Ecco perche’ un cinese
risparmia e un italiano molto meno. O per nulla.

Veniamo al secondo problema:

2 Perche’ investire i risparmi e’ sempre piu’ complicato?

Ci sono ancora italiani che riescono a risparmiare,
per fortuna. E che riescono a farlo con regolarita’
e continuita’. Questi italiani sono costretti ad
un bel po’ di inutili emicranie per i loro investimenti:

-I Bot e i titoli di Stato rendono molto poco;
-Gli immobili sono ai massimi storici e molto tassati;
-I fondi di investimento sono molto costosi e molto deludenti.

Allora dove mettere i propri risparmi e farli rendere?

E veniamo al terzo cruccio:

3 I profitti degli investimenti sono sempre piu’ insicuri:
Mille bolle blu finanziarie, bond argentini che non
vengono restituiti, Madoff, Cirio, Parmalat, Banca121,
scandali e truffe non si contano e impensieriscono
gli investitori che hanno capito che i consiglieri
indipendenti si contano sulla punta delle dita.

Di una mano o poco piu’.

Ma allora come si fa nel 2010 ad organizzarsi
per ritrovarsi fra 10, 20, 30 e anche 40 anni,
sicuri e felici finanziariamente, senza mal
di testa e senza aver corso rischi eccessivi?

La risposta e’ semplice: partecipando alla
Maratona dell’Investimento, cioe’ investendo
regolarmente sui mercati azionari ed obbligazionari,
facendolo con Metodo e continuita’ e senza farsi
prendere dall’emotivita’ del giorno, della settimana,
del mese o dell’anno.

Questo 2009 ha messo a dura prova le qualita’
psicologiche e strategiche di molti investitori.

Eppure, anche stavolta il distacco
rispetto all’avversario giurato, gli indici
di riferimento, e’ aumentato per chi ha seguito
i nostri servizi premium in questi anni.

Sono i Maratoneti Fwiani, quelli della prima ora
e i moltissimi nuovi iscritti degli ultimi mesi
che sono stati premiati per la loro lungimiranza.

Ecco una tabella molto significativa riferita
ad “In Borsa con Carla‘” (IBCC il servizio
che investe a Wall Street). I risultati sono
molto simili anche per IBII e InvInt ETF & Global:

IBCC 2004 vs. S&P 500: + 2%  per IBCC;
IBCC 2005 vs. S&P 500: +14%  per IBCC;
IBCC 2006 vs. S&P 500: + 9%  per IBCC;
IBCC 2007 vs. S&P 500: +20%  per IBCC;
IBCC 2008 vs. S&P 500: +25%  per IBCC;
IBCC 2009 vs. S&P 500: +6%  per IBCC;

Cosa dice questa tabella?

1 IBCC, la Maratona Americana, sta battendo
sistematicamente l’indice S&P 500 da 5 anni
a questa parte. E nel 2009 il distacco e’
aumentato di 76 punti, il record assoluto.

2 -Totale dal 2 gennaio 2004:
IBCC: +88%, S&P 500: +12%

I Maratoneti di IBCC hanno portato a casa
una rivalutazione del proprio investimento
del 76% in 6 anni, a cui vanno aggiunti i
tanti dividendi pagati dai business del pfolio.

Rewind:

1 Risparmiare anche in questi periodi difficili;
2 Semplificare il mondo dell’investimento;
3 Aumentare il rendimento dei nostri risparmi.

Sono i 3 comandamenti della Felicita’ Finanziaria.

Un caro saluto e Buone Feste a tutti Vs,

Francesco Carla’

Restano ancora pochi giorni per mettersi al riparo
dai rincari del 2010 su alcuni dei nostri servizi Premium.

Potete farlo subito acquistando il nuovo pacchetto
annuale “FW Premium Maratona”.

“FW Premium Maratona” è l’abbonamento annuale a 6
servizi Premium (“In Borsa Con Carlà”,”In Borsa In Italia”,
“Investitore Intelligente ETF&Global”,”FW Obbligazioni
Italia&Euro” “Watchlist America” e “Watchlist Italia”)
più l’ultimo libro del Prof. Carlà “La Finanza Democratica”
ad un prezzo eccezionale: 980 euro (anzichè € 2256).
Un risparmio netto di 1276 euro equivalente a oltre
il 56% di sconto.
Per aderire a questa offerta cliccate subito sul seguente link:
http://www.finanzaworld.it/product/view/17014a57525bdac
1fa590a6f324c0c7d51c

Erano davvero Molto comode le Commodities

venerdì, dicembre 11th, 2009

Come ogni venerdì, ecco il prossimo numero
di “Affari Nostri” in anteprima per tutti gli
affezionati Fwiani Bloggers. Buona Lettura

Piu’ di sei anni fa scrivevo la newslettera che state
per rileggere o per leggere per la prima volta.

La mia tesi era una sola e molto semplice:

La vera crescita degli anni successivi l’avremmo
avuta nelle Commodities: energia, materie prime,
rame, acciaio, materiali ferrosi, oro e argento, etc etc.

Credo che la tendenza possa ancora continuare
e la stiamo cavalcando con grande successo da
anni con gli ETF di Investitore
Intelligente
e con gli altri nostri servizi premium.

Buona lettura, Vs. Francesco Carla’.

La comodita’ delle commodities
del 3/09/2003

“Ho passato l’estate anche a studiare le commodities.

Non so se tutti voi sapete cosa sono le medesime.
Sono prodotti e materiali che hanno caratteristiche
comuni di consumo e qualita’, durata e interesse.

Sono soprattutto prodotti dell’agricoltura,
dell’allevamento e dell’estrazione.
Pancetta di maiale, oro, zucchero, argento e cacao…

Ma anche caffe’, te’, succo d’arancia e cose del genere.

Sono trattate, come contratti d’opzione, al CBOT di
Chicago, un luogo mitico del trading americano e mondiale,
lo stesso dove si consumava il disastro dei due
spregiudicati finanzieri di ‘Una poltrona per due’.
Rido ancora quando penso alla gabbia del gorillone.

La mia idea e’ che torneranno di moda le commodities.

E questo per tre ragioni principali:

1 Tranne l’oro e il petrolio sono state trascurate per anni;
2 La Cina ne consumera’ tantissime per la prima volta.
3 A parte l’oro e il petrolio sono davvero sottovalutate.

E poi c’e’ voglia di minore volatilita’ e rischio.

Negli ultimi venti anni tutti gli investimenti sono
andati alle aziende tecnologiche. Nessuno voleva piu’
gli hard assets e sono diventati fondamentali gli assets
immateriali. Marchi, brevetti, copyrights et similia.

Questo ha generato un sacco di volatilita’ nel sistema.

Perche’? Beh e’ semplice. Per una Microsoft o una
eBay che vince, e vede moltiplicarsi il valore delle
sue azioni e dei propri intangibles, ci sono migliaia
di societa’ destinate al fallimento e all’azzeramento
dei relativi patrimoni e assets.

Riducendo in fumo anche il valore delle azioni e dei bonds.

Piu’ difficile che questo succeda con le commodities,
a parte quelle piu’ ‘politiche’ come il petrolio, o
piu’ simboliche come l’oro. La mia idea e’ che la
domanda aumentera’ ad un ritmo molto piu’ veloce di
quanto l’offerta non sara’ capace di andarle dietro.

E questo perche’ la natura non fa i salti dell’industria.

Insomma vedo nei prossimi anni (ma anche gia’ nei prossimi
mesi perche’ la finanza e le borse anticipano tutti
i fenomeni appena ne vedono la probabilita’…) una
marcia comune del Simulmondo (poca roba reale, pochi
magazzini reali, pochi uffici reali, poche scorie,
molta velocita’ e molta immaterialita’ etc etc), e
del Vecchiomondo (pancetta, succo d’arancia, caffe’,
zucchero, cacao, agricoltura ed estrazione).

Quella nei guai e’ la Terraferma del Mondo Moderno.

Ma il vero problema e’ come investire nelle commodities,
visto che e’ un po’ complicato per tutti noi comprare
un seggio al Chicago Board of Trading (www.cbot.com).

Complicato e costoso.

Ma ci sono ovviamente in giro molti fondi esteri e molti
index funds legati alle commodities. Come del resto
esistono tantissime societa’ che operano nel commercio
o nella produzione delle commodities medesime.

Ne riparlermo presto.”

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Restano ancora pochi giorni per mettersi al riparo
dai rincari del 2010 su alcuni dei nostri servizi Premium.

Potete farlo subito acquistando il nuovo pacchetto
annuale “FW Premium Maratona”.

“FW Premium Maratona” è l’abbonamento annuale a 6
servizi Premium (“In Borsa Con Carlà”,”In Borsa In Italia”,
“Investitore Intelligente ETF&Global”,”FW Obbligazioni
Italia&Euro” “Watchlist America” e “Watchlist Italia”)
più l’ultimo libro del Prof. Carlà “La Finanza Democratica”
ad un prezzo eccezionale: 980 euro (anzichè € 2256).
Un risparmio netto di 1276 euro equivalente a oltre
il 56% di sconto.
Per aderire a questa offerta (che scade il 20/12/09)
cliccate subito sul seguente link:

http://www.finanzaworld.it/product/view/17014a57525bdac
1fa590a6f324c0c7d51c

Il “Frullatore” di Francesco Carlà

venerdì, dicembre 4th, 2009

Come faccio ogni settimana, ecco per
gli affezionati Fwiani Bloggers “Affari
nostri” di lunedi’ prossimo in anteprima.
Buona lettura.

Ci sono 4 cose che contano davvero
per ottenere i successi negli investimenti
che abbiamo ottenuto a Fw in questo decennio.

Dal 1999 ad oggi.

Queste 4 cose le stiamo esaminando
assieme e si chiamano:

-Maratona dell’Investimento (fatto!)
-Finanza Democratica (fatto!)
-Metodo Carla’ (fatto!)

E’ il momento del “Frullatore” di FC.

Abbiamo gia’ visto in dettaglio
le prime tre e adesso parleremo
del mio Sistema di Analisi Fondamentale
dei business e, dei loro titoli, che mi
passano sotto gli occhi ogni giorno.

Cioe’ di quello che a Finanza World
chiamiamo: il “Frullatore” di FC.

Praticamente si tratta del mio screening
personalizzato che mi permette di capire,
rapidamente, se un business puo’ essere,
anche lontanamente, di mio interesse oppure no.

Per poi approfondire.

Contiene alcuni parametri ed indicatori
che secondo me sono quelli piu’ importanti,
da diversi punti di vista.

Mi servono:

1 Per capire se si tratta di una societa’
Value o Growth;

2 Per capire se ha una capitalizzazione
da Micro, Small, da Medium o da Big Cap;

3 Per capire com’e’ messa finanziariamente:
i debiti eccessivi non mi sono mai piaciuti;

4 Per sapere se i manager e i fondatori ci
credono ancora oppure no;

5 Per sapere se e’ sopra o sottovalutata;

6 Per sapere se nel suo settore e’ un leader
consolidato oppure no;

7 Per sapere se i manager prendono troppi
soldi di stipendio etc e durano poco in carica;

8 Per sapere se pensano di crescere in modo
sostenibile nei prossimi 5 anni;

9 Per sapere se hanno margini di guadagno importanti
su quello che producono e vendono;

10 Per sapere se quello che producono interessa
tutto il mondo oppure solo il loro paese;

11 Per sapere se sono molto ciclici oppure no;

12 Per sapere se c’e’ un buon Catalizzatore in
vista di cui pochi conoscono l’esistenza

13 Per sapere se paga dividendi regolari e in
continuo aumento e da quanti anni lo fa;

14 Per sapere quanti utili per azione ha messo
insieme negli ultimi anni.

Poi “frullo” tutto assieme e decido
se investire oppure no. Ma investire
senza conoscere bene almeno questi
indicatori e’ come giocare a poker
senza guardare le carte.

Potete impossessarvi del mio “Frullatore”
cliccando subito qui.

Siamo arrivati alla fine.

Vi consiglio di rileggere bene tutto
e di meditarci un po’ sopra.

Se poi, alla fine, continuerete a pensare
che per far fruttare i vostri risparmi sia
necessario “appoggiarvi” agli “esperti”,
allora vi servono ancora una volta i miei
Cinque (5) principi della Finanza democratica:

1 Nessuno sa, e puo’, curare il nostro denaro meglio di noi;

2 Imparare ad investire e’ molto semplice e non serve
essere laureati in economia e scienze finanziarie.
Basta essere correttamente informati da chi e’
Strutturalmente Indipendente e non deve vendervi
nessun tipo di prodotti finanziari. Basta saper
fare addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni,
divisioni, percentuali, e medie;

3 Grazie ad Internet, e’ facile e costa molto poco
investire da soli e senza intermediari. E’ sufficiente
aprire un conto bancario on line e le commissioni
sono basse e alla portata di tutti gli investitori.

4 Investite solo in quello che capite e conoscete.

5 Non fidatevi di nessuno che vi proponga cose
in contrasto con i punti 1, 2, 3 e 4.

Un caro saluto a tutti,
Vs. Francesco Carla’

Ci sono ancora solo 2 Posti per il
mio Ultimo Master Live! 2009 a Milano,
a Numero chiuso il 12 Dicembre prossimo.

Scrivete Subito a premium@finanzaworld.it
per avere tutte le informazioni su questo
Invito Speciale Limitato a mercoledì 9 dicembre.




© FinanzaWorld - Tutti i diritti riservati/All rights reserved Partita IVA:04401280757 - Finanza World e' una testata giornalistica fondata e Diretta da Francesco Carla'


Navigazione suppletiva

Per avere i migliori e piu' aggiornati consigli vi invitiamo a visitare le pagine seguenti: